Monthly Archives: January 2006

Tempo uggioso

Venercì, sabato, domenica…parecchio che non aggiorno il blog. Possibile che abbia una vita così piatta da non aver nulla da dire? Forse no, ma non è che posso sbandierare ai quattro venti i fatti miei. Se qualcuno però vuole raccontarmi i fatti suoi, farete contenta la mia parte pettegola.

Che posso raccontare? Oh sì, ho ricevuto il nuovo incarico per il numero 2 della rivista GMM (Game Master Magazine). Luigi Lo Forti mi ha proposto di recensire Conan d20, che a breve verrà tradotto in italiano; mi ha anche fatto i complimenti per il modo in cui scrivo, almeno per il fatto che non occorrono correzioni ai miei pezzi. Alla faccia di tutti i professori di italiano che mi davano sempre 5, 5/6! Thiè thiè thiè!!!  Comunque, ritengo questo un incarico importante perchè il prodotto è sì valido e ben fatto (nonostante sia Mongoose), ma per il mercato italiano rimane una scommessa, uno di quegli azzardi in bilico tra il buon successo e l’oblio.

Ho anche ricevuto il regalo di compleanno di Paola…no non quello che pensate voi…ma un bellisimo paio di scarpe.

Purtroppo la neve dei giorni scorsi è solo un piacevole ricordo. Proverò a improvvisare una poesia sul tema:

Strano miscuglio
porta la neve con sè.
Pace e malinconia.
Osservo, insieme ai pinguini,
vecchie fabbriche ormai logore,
tutte agghindate di bianco.
Domani la neve sarà sciolta,
i vecchi edifici urleranno
la rabbia dell’abbandono.
Oggi sussurrano ricordi,
tempi semplici e gioiosi
quando una nevicata era festa.

Domani a Biella passa la fiaccola olimpica. Quasi quasi mi metto sul percorso per vederla passare, magari dal Folletto. Ora però vado a farmi un tè verde gunpower. A bien tot.

Incubi notturni

Che nottata! Una serie di concause hanno contribuito a farmi passare una notte tormentata da incubi e piena di risvegli. Le cause sono in ordine:

1- la nuotata della tarda serata insieme a Valeria; era almeno un anno e mezzo che non facevo attività natatoria e la carenza di fiato si è fatta subito sentire. Ancora un paio di volte e poi troverò il ritmo giusto. Per ora quindi niente palestra ma solo attività aerobica come il nuoto, così mi appiattisco la zona addominale. Spero però che la prossima volta la pressione dell’acqua delle docce sia maggiore; sarà colpa del taglio al riscladamento ma di acqua ne usciva poca e non sempre calda. Una sofferenza fare la doccia in quella maniera.

2- la pizza alla diavola con parmigiano presa da Luckys Pizza. La pizza la fanno buona, molto carica, forse troppo. Ho fatto una fatica per finirla tutta. E dire che non c’erano i peperoni! Probabilmente c’era un intero salame.

3- il film Il Processo di Norimberga, registrato e portato al Club da Pidello. Proprio un bel film, forse non sotto il punto di vista della regia, ma dal punto di vista contenutistico e per la fedeltà ai filmati originali, che abbiamo visto nel programma Appuntamento con la Storia. Su molte questioni di fondo non sono così d’accordo. Giusta la scelta del processo, che dalle sentenze espresse sembra essere stato equo, meno giusta per me l’inserimento tra i capi di accusa della guerra d’aggressione. Io sono dell’idea che la guerra non debba sottostare alle normali leggi; a quel punto tanto vale farla. La guerra è tale proprio perchè sovverte spesso le leggi in vigore. Che poi sia un atto barbaro che andrebbe evitato siamo d’accordo.

Comunque questa notte ho sognato un lungo processo in cui spesso ero l’accusato, immagino perchè facente parte delle schiere tedesche. Una tortura continua. La prossima volta dopo il nuoto e la pizza alla diavola mi guarderò un film porno. chissà che i sogni non siano migliori.

Oggi invece sono incazato con il server di posta di Alice. Sono due giorni che non scarico la posta perchè sul server avevo una mail del direttore di GMM che avevo bisogno di stampare al club. Ieri sera il server non funzionava perchè stavano risistemando la grafica, e va bene. Oggi entro e cosa scopro? La mail che mi serviva è scomparsa. Ora mi dico, come è possibile? Mi sono ritrovato mail di una settimana fa che avevo già da tempo scaricato ed eliminato. Non esiste neppure una mail di servizio a cui fare reclamo, che poi servirebbe a poco. Spero di riuscire a recuperare in qualche modo le info che stavano nel testo, ma sono veramente inviperito.

248F1

Ieri non ho avuto modo di scrivere, per mancanza di tempo e voglia, ma già sapevo di cosa avrei parlato. La nuova Ferrari 248F1. Avete visto quant’è bella? Oddio, anche la F2005 era bellissima, peccato fosse un chiodo. Schumi sembrava molto soddisfatto e anche l’atteggiamento generale della squadra fa ben sperare. Invece di presentare la macchina su un palco, ultimi tra le scuderie del mondiale, la scelta di debuttare direttamente in pista subito dopo le rivali più pericolose denota grande impegno, voglia di tornare a vincere.

E’ innegabile infatti che l’anno passato la Ferrari si sia un po’ lasciata prendere in contropiede dai regolamenti. Errore pagato a caro prezzo, che si spera non venga ripetuto quest’anno. Ora aspetto con fiduzia i test di Valencia, per vedere se Benetton e McLaren (orrida in quella vesta arancione!) saranno all’altezza del compito. Purtroppo non sarò tranquillo fino alla partenza del campionato, perchè nei test è troppo facile nascondere le reali potenzialità.

Ieri sera al club ho preso parte ad un pokerino. Tavolo composto da me, Debe, Yak, Pintino, Vanetti e Lopez. Non se sia stata la fortuna del principiante, o il fatto che il poker è un gioco completamente a caso, ma le prime due mani le ho vinte a "mani basse", con due doppie coppie vestite. Ho cercato un bluff con una coppia d’assi ma Pintino, forte di una doppia, non ha mollato. Poi una mano da buttare, anche se c’era il progetto di scala e probabilemente sarei anche riuscito nell’intento, ma sono stato premiato con un poker di Jack il gior successivo. Prima di lasciare il posto al mio portafortuna Steven ho perso un ricco piatto con un tris di donne contro una scala del Debe.

Pur continuando a ritenere il poker un gioco di carte di pura fortuna, mi sono divertito. Forse proprio perchè io non ci vedo malizia in quel gioco. Lo prendo come un puro divertimento, non riuscendo a trovare una tattica. Questo mio atteggiamento lasciave perplessi molti al tavolo, che mi ritenevano un dissacratore. Loro si facevano seghe mentali su rimorchi, bluff, progetti di scala e alla fine perdevano perchè 1- avevo sempre carte più forti io, 2- era impossibile capire quando io bluffassi o quando avessi realmente in mano roba pesante; esempio il fatto che rilanciavo da pazzo con solo la coppia di assi. Loro puntavano a costruire tattiche che ingannasserro gli avversari, mentre il mio gioco puntava alla massima probabilità di avere la combinazione più alta.

O muzos deloi oti: la semplicità è l’arma più affilata.

Regali di compleanno

Terminate le giornate di bagordi a seguito del mio compleanno, faccio una lista di cosa ho ricevuto in dono.

Parenti: soldi, un classico che per fortuna non passa mai di moda; Mage: the Awakening, il manuale base, graditissimo regalo sia per la bellezza intrinseca del tomo che per i contenuti del gioco; miniature di Warmachine, sempre utili se voglio giocare ogni tanto; un romanzo sulla storia dell’Abata Souniere di Renne le Chateau, sapete tutte quella storie su templari, priorato di Sion, santo graal, etc. . Conto nei parenti anche la famiglia della fidanzata che mi ha regalato un fluido dopobarba dell’Erbolario, per la gioia della Paola che trova quel profumo irresistibile.

Amici: hanno abbinato cultura, rinnovandomi l’abbonamento alla rivista Le Scienze, e passione, con quattro confezioni di the (o tè?), China black, the verde gunpowered, Ceylon top, infuso bimbi. Il Club non è per ora pervenuto.

Fidanzata: ci siamo accordati per un paio di scarpe, ma ancora bisogna trovarle e i saldi tra poco termineranno.

Nel week end ho avuto occasione di guardare Sin City. Gran film, davvero bello. La riflessione che posso fare è che da fumetti di qualità escono film di qualità, mentre da fumetti prettamente commerciali, come X-Men, Spiderman e compagnia, escono solo delle gran "putanade". Non ci sono paragoni, ne sul piano delle scelte stilistiche, quel bianco e nero con sprazzi colorati è geniale, ne sul piano della regia e del coinvolgimento. Mi spiace per i fan dell’altro genere di film e fumetti, e tra gli amici ce ne sono parecchi veramente sfegatati, ma non si possono fare confronti sostenibili.

Tra le altre cose ho anche iniziato a leggere Baudolino, di Umberto Eco. Dello stesso autore avevo solamente letto, sebbene per due volte, il Pendolo di Foucault, libro geniale, capostipite, anche se di qualità superiore, di tutti i libri che parlano di templari. Questo Baudolino, di tutt’altro genere, è molto gradevole; una storia molto strana ma ben congeniata. C’è la solita cura di Eco nella ricerca delle fonti storiche, nella costruzione della trama e nel sapiente uso di conoscenze dotte. Bellissimo il capitolo iniziale scritto in lingua volgare, in dialetto diremo noi; sembra di sentire parlare il dialetto piemontese dei nostri nonni e vederlo scritto è certo una cosa inusuale. Penso che leggerò altri libri di Eco, magari iniziando dal Nome della Rosa.

Tanti auguri…

…a me! Tanti auguri a me! Tanti auguri Karagounis! Tanti auguri a me!

La quattro giorni di festeggiamenti indetta per il mio compleanno si è aperta ieri sera al Dado Giallo. Una semplice torta di quelle in busta (quella che stava per bruciare mentre scrivevo il blog di ieri), qualche partita a Fatine e a Gloom, le solite cavolate buttate al vento.

Per questa sera invece si prevede torta made in Esselunga e pasticcini, spumante (che io terrei volentieri chiuso per usarlo nel risotto alle mele) e ovviamente consegna dei regali. La fidanzata non mi ha ancora comprato nulla, adesso che ci penso. Ahi ahi ahi! Che voglia regalarmi una caliente notte di sesso? In fin dei conti è un regalo che costa poco ed è sempre graditissimo.

Personalmente mi sto regalando la discografia dei Nickelback. Non so se sia lecito dirlo in uno spazio aperto potenzialmente a tutti, ma come di consueto sto sc******do i file con E**le. Vi chiederete il perchè di questa scelte. (Lo so che in realtà non ve ne può fregare di meno, ma ve lo spiego lo stesso, thiè!) Trovo che l’ultimo album, All the right reason, sia stupendo. Mischia canzoni potenti con pezzi sempre carichi ma che danno un senso di melanconia, di riflessione interiore. E’ il giusto sound per questi periodi un po’ travagliati, tutti saliscendi.

Di tutt’altro genere è il tormentone musicale del club in questo periodo: Gunter! Avete mai sentito The ding dong song (quella che nel ritornello fa you touch mi tralala)? In realtà i pezzi forti di Gunter sono i video. Gnocche a destra e a manca e lui, che con questo suo fare da playboy un po’ equivoco, sembra più interessato ai fustacchioni. Dovete vederlo! E che dire delle sue spalle, le Sunshine Girl? Pintino ha una teoria interessante sul vero lavoro di quelle due ragazze.

Ormai l’ho citato. Non posso non mostrarvi questo playboy svedese!

… … … … … … … … …

(Vediamo se avete voglia di giocare all’impiccato con la parola del titolo)

Dopo la giornata un po’ burrascosa di ieri tutto torna a scorrere in modo normale. Oggi giornata piena di impegni, tra lezioni di matematica, giri per Biella per compare un regalo alla sorella e ricerca di pezzi di ricambio per un mobile.

Tra la altre cose sono anche finito al Centro Lavoro della Provincia di Biella. Posto pieno di vita ma con impiegati davvero gentili. Mi hanno spiegato come procedere per la candidatura ad un’offerta di lavoro trovata sul loro sito. A me pare di rispondere ai requisiti richiesti dall’azienda in fatto di conoscenze CAD; purtroppo temo che, come sempre, la ditta cerchi qualcuno con più esperienza di me.

E’ questo il problema dei momenti di crisi: le aziende non investono sui giovani ma cercano persone che già sappiano fare il lavoro richiesto. In tutti gli annunci di lavoro  si legge "con almeno 2 anni di esperienza",  "che abbia già svolto la mansione". Ma se nessuno ti fa fare esperienza, un giovane cosa deve fare? Il lavoro sta diventando un grosso problema; qualche anno fa non l’avrei mai detto che sarei stato così preoccupato su questo argomento.

(Mi sono appena accorto che stava per bruciarmi la torta che avevo messo in forno!)

Forse meglio passare ad argomenti più leggeri. Questa sera riparte il Grande Fratello. Ce la farò a non guardarlo? Sicuramente eviterò le puntate fiume del giovedì, ma forse tra qualche settimana mi prenderà la curiosità e seguirò le pillole giornaliere, specie se nella casa ci sarà qualche bella topolona.

Intanto si susseguono a ritmo frenetcio le presentazioni delle vetture di F1. Le prime impressioni sono positive per Sauber-BMW e per Ferrari. La Maclaren ha una bella linea ma senbra che il motore faccia c****re. La Toyota come sempre non ha una bella linea, ma all’inizio del campionato sarà subito modificata. La Ferrari sembra essersi svegliata dall’incubo F2005 e si dice che molti abbiano paura della potenza del V8 di Maranello; anche le gomme sono cresciute, il che mi fa sperare in una stagione al vertice. Forse non domineremo tutte le gare, ma se non si avrà la solita sfida a due, allora le probabilità di trionfo saranno maggiori.

PS. Domani è il mio compleanno.

Me…la(n)conico

Non dispiacerti di ciò che non hai potuto fare, rammaricati solo di quando potevi e non hai voluto. Mao-Tse Tung

Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima. Seneca

Week-end: calma piatta

Dopo le profonde riflessioni infrasettimanali, il fine settimana ha portato un certo rilassamento. Non escludo sia colpa della serata di venerdì passata al Dado fino alla cinque del mattino davanti al gioco Fury of Dracula. Stando alla scatola la partita sarebbe dovuta durare dala 2 alle 3 ore; invece la caccia al conte Dracula si è protratta più del previsto, accompagnata da una buona dose di screzi e incomprensioni tra i giocatori al tavolo. E poi dicono che i giochi uniscono!

Ma si sa: gli insulti attorno al tavolo si dimenticano in fretta.

Il sabato è stato dedicato allo shopping in quel di Vercelli. Una specie di raid con annessa caccia al tesoro, tesoro che consisteva in un paio di stivali da donna (non per me ovvio). Alla sera con la compagnia di amici abbiamo nuovamente tentato un assalto al Ned Kelly per una birra. Per il secondo sabato consecutivo siamo stati rimbalzati dalla folla presente; pur stazionando davanti ad un tavolo cercando di incutere timore agli astanti e costringerli a sbaraccare, non abbiamo ottenuto risultiati soddisfacenti. Disperati siamo andati fino a Miagliano, al Black lion, dove ho annegato la mia carenza di affetto in una crepe alla nutella.

Domenica all’insegna del dolce far niente.

Oggi è nuovamente lunedì, giorno noioso per eccellenza. Si prospetta un pomeriggio dedito alle lezioni di matematica, a qualche lavorretto per GdrItalia. Nota positiva è l’esordio della nuova Ferrari a Fiorano.

Devo ancora guardare bene il nuovo gioiello ma se Michael si dice fiducioso perchè non dovrei credergli? Quest’anno ci prenderemo la meritata rivincita su quello sbruffone di ALonso (che il cielo lo fulmini!).

FORZA SCHUMI!!!!!

Milliondollarhomepage

Dicevo ieri che avrei preso spunto dalle news di Google. Di argomenti ce ne sarebbero a non finire, ma uno in particolare mi ha colpito.

Forse qui da noi nessuno ha dato risalto a questo evento, ma sembra che negli USA fosse diventato un fenomeno. La storia è quella di un giovane che per pagarsi l’università decide di aprire un sito internet in cui mette in vendita a scopo pubblicitario i pixel della pagina, in numero di 1.000.000. Il costo è di 1$ per 1 pixel. A distanza di un anno o poco più il ragazzo ha raggiunto la cifra massima di un milione di dollari e non contento ha messo all’asta su Ebay gli ultimi spazi, che sono arrivati già alla quota di 153.000$. Se volete farvi un’idea il sito è: http://www.milliondollarhomepage.com .

Che c’è di strano in questa notizia? Dal mio punto di vista questo tizio ha raggiunto l’obbiettivo che io cerco da tempo: ha avuto l’IDEA. Un’illuminazione gli ha suggerito che quella strada era quella giusta, che seguendola avrebbe creato qualcosa di nuovo e, perchè no, remunerativo. E tutto ciò grazie ad una misera schermata su internet. E’ proprio vero che la rete nasconde possibilità ancora inesplorate.

Verrà anche a me questa IDEA? O forse è meglio che copi quella di questo ragazzo, adattandola alla realtà italiana? Forse guardo nella direzione sbagliata, o molto più semplicemente devo ammettere di non avere sufficiente immaginazione perchè si manifesti il colpo di genio. In effetti solitamente mi spingo verso idee che permettano la creazione di un’azienda, magari da impiantare nella realtà locale biellese, che ha tanto bisogno di spinte verso nuove direzioni.

Questa vicenda mi lascia un gran senso di insoddisfazione. Non è proprio il termine migliore da usare, ma rende parzialmente l’idea. Forse mi ha condizionato anche la trasmissione serale di Bonolis, il Senso della Vita, non tanto per gli argomenti toccati nella puntata di ieri (per chi non l’ha vista trattavano di persone dotate di talenti particolari, ovviamente poteri che si legano all’aldilà e a Dio), quanto per la settimanale classifica dei 10 motivi per cui vale la pena di vivere.

Mi sono chiesto: cosa mi dà soddisfazione nella vita? (Non sono nemmeno sicuro che la domanda vada posta in questi termini). Amore? Sicuramente riveste un ruolo centrale, fondamentale. Però forse al primo posto metterei la Riflessione, intesa come espressione del pensiero razionale che decide di investigare le molteplici sfaccettatura del mondo. In fondo è quello che faccio anche su questo blog: scrivo le mie riflessioni. E siccome il pensiero superiore, il raginamento è ciò che ci distingue dal resto del regno animale, ritengo che esso dovrebbe essere il nostro scopo primario. Molti illustri filosofi professavano questo credo: l’uomo deve coltivare la sua aspirazione alla conoscenza del mondo.

Certo che anche Epicuro non aveva tutti i troti, quando diceva che va ricercata la felicità. Ma su questo argomento tornerò in seguito.

Giornata piena

(questo verde acido del titolo non è un esperimento da ripetere)

Dopo tante giornate all’insegna del dolce far nulla, o noia che dir si voglia, oggi ho inanellato una serie di attività che mi hanno soddisfatto. In primis ho ripristinato il defunto hard disk, ora bello vuoto. Spero che richiamarlo Kerukan, come il defunto leone di Karagounis, non porti nuovamente a problemi di perdita di dati. A volte l’informatica resta un mistero.

Dove ho dato tutto me stesso, però, è stata la creazione di una serie di notizie sui gdr per i siti che coordino. Per GdrItalia è stata normale routine, anche se l’articolo sulla Sovereign Press mi ha portato via un sacco di tempo, mentre per il sito de Il Folletto è una novità. Ora ho il potere anche lì!! Non so se esserne felice o pensare che sono andato ad accollarmi l’ennesima bega. Come se non avessi già tante cose a cui pensare, nessuna delle quali retribuita. Sigh!

Tra l’altro ultimamente mi è preso il trip di approfondire la storia di Biella. Quali avvenimenti ci hanno portato a essere la città odierna? Perchè siamo così apparentemente poveri di attrattive turistiche e di monumenti d’eccellenza?

Voi sapevate che fino al 1867 possedevamo un campanile risalente al V° secolo? E che al Piazzo sorgeva il castello del Vescovo Uguccione? Da non confondere con il Conte Uguccione, maremma maiala. Vi informerò nel caso scoprissi l’ubicazione di qualche antico reperto.

(Qui volevo scrivere qualcosa, ma la memoria ha cancellato quell’idea e l’ha sostituita con questa canzone che mi tormenta da giorni: C’era tanto tempo fa/ un’antica civiltà./ C’era Atlantide si sa/ ma nessuno sa dov’è./ Ma c’è un uomo forte,/ con un nome fantastico,/ sa volare, sa cantare/ e tutti aiuterà:/ Phantaman/ invincibile tu sei,/ Phantaman!/ Phantaman, Phantaman/ invincibile sei tu,/ sei il terrore di tutti i criminali/…(pezzo che non ricordo)…/ E più magico del magico sarà!

Penso che la colpa di questo incubo canoro sia l’ambientazione di Mage in cui i miei fidi amici mi hanno spinto. Chissà perchè al nome Atlantide associo solo quella canzone?!)

Ora andrò a fare un pieno di notizie sul sito di Google. Mi farò ispirare da qualcuna per il post di domani.

Il mondo è mioooo!!!!