Monthly Archives: May 2006

Traffico

Certo che Biella a certe ore sta è diventata veramente invivibile. Mi sono sbagliato ad andare dal parrucchiere, che era pure già chiuso, e per rientrare a casa mi ci è voluta mezz’ora. Mezz’ora in cui ho girato come un pirla intorno ad un isolato alla ricerca della via più libera dall’ingorgo. Alla fine mi è venuto solo il sangue cattivo. Quanto vorrei un bel motorino!

Ed è un bel traffico anche cercare di capire come funziona un template internet. Tanto lo so già, che mi sbatto per riuscirci e poi splinder mi rimbalza, perchè non sono sicuro di poter inserire un template completamente nuovo, dato che mancano i link interni alle immagini.

Ieri sera grande scherzo! Ho atteso che Paola fosse dentro al cinema, ho rintracciato la sua macchina e le ho messo sul parabrezza una bella multina. Che faccia ha fatto quando l’ha vista! Prima di accorgersi che in realtà era a carico di una Renault 5, è passata dallo stupore alla rabbia, all’incredulità, allo sconforto. Povera cucciolina mia!

Ma ora è tempo di The Scorpion King, grandissimo film, non tanto in sè, quanto per il personaggio del guerriero nubiano, una specie di Karagounis, che quasi in conclusione pronuncia una frase mitica, diventata una mia storica firma su GdRItalia.

Esperimenti

(I pigri e coloro che volessero restare sani di mente possono leggere solo le parti in corsivo)

Nella noia del precena e del post pomeriggio di lavoro, in attesa che venga l’ora di uscire e andare al club e successivamente di trovarmi con Paola all’uscita del cinema, non sapendo che cavolo scrivere, perchè la giornata non ha offerto spunti interessanti, perchè l’attualità mi pare scontata e insultare Alonso non è di giovamento, perchè attendo come tutti il ponte del 2 giugno, che passerò beato a casa della fidanzata, perchè lo scherzo che farò a Paola stasera lo racconterò domani, ho finito per imbattermi nel codice HTML del template del blog e, siccome ho questa tendenza autolesionista, ho pensato che avrei potuto provare a modificare qualche cosina, anche in virtù del fatto che ho visto altri blog, non PRO, particolarmente carini, sempre però cercando di tenere tutto sotto un alone di sobrietà e di intelleggibilità, visto che finora non ho l’abitudine di infarcire i post di foto, video o brani musicali, sperando di non fare troppi danni, ma per fortuna posso usare il dreamweaver per simulare le modifiche e l’emule per scaricare template già precotti, sempre che mi resti la costanza di portare a termine il progetto, altrimenti dovrò ricorrere ad aiuti esterni, chiedendo consigli al Pintino per esempio, anche perchè nel fine settimana ho in previsione di dedicarmi a tesi e applicativi AutoCAD da usare sul lavoro.

La LADRATA!!!

Ebbene sì. Non ci sono altri termini per definire ciò che è successo a Montecarlo. Io avevo definito l’errore di Schumi una furbata, con evidente intento ironico. Evidentemente qualcuno ci ha visto un atto volontario.

Così dopo 8 ORE!! di camera di consiglio i giudici da gara hanno deciso di retrocedere quel criminale di Michael. E chi mai avrà sporto reclamo? Vogliamo fare il nome di Briatore? Sono anni che accampa scuse quando perde e addita la Ferrari come perpetuatrice di violazioni del regolamento.

Se i greci avevano ragione l’hubris che si è consumata ai danni del divino Schumi verrà severamente punita. Fosse per me Alonos perirebbe tra atroci sofferenze, ma mi acconteterei gli si rompesse la macchina nei GP a venire.

La cosa triste è che chi predica campionati combattuti per lo spettacolo poi cerchi ogni cavillo per poter vincere senza fatica. Moggi style.

Spero di sbagliarmi, ma temo che dopo questo, a Monza, Michael dichiarerà di volersi ritirare. Come dargli torto, visto che non può nemmeno permettersi di sbagliare, che per lui il beneficio del dubbio non si applica.

Qui giace la F1,
sepolta sotto cumuli di ricorsi,
carte bollate e appelli fuori gara.

Qui non c’è spazio per i gentiluomini,
per i seri professionisti.
Cercate altrove il fair-play sportivo.

 

La furbata!

Grandissima Pole Position a Montecarlo! Da vero campione. Giro perfetto, avversari che arrancano e per non rischiare una magia d’altri tempi: un dritto alla penultima curva per obbligare gli altri a rallentare.

Davvero mitico! Ora speriamo in una buona domenica. Che almeno qualcuni contrasti Alonso e ci permetta di recuperare punti per il mondiale.

Follia notturna

Ho sonno, al club siamo in pochissimi e non so che guardare in rete. Cerco informazioni sulla partita Suns-Mavericks di NBA. Penso che potrei mettere come sfondo schermo qualche immagine da NBA. Sfrutto Google images con la dicitura "love this game". Come si vede dall’immagine in alto i risultati sono scarsi, ma simpatici.

Ho sonno….

Storie

Due giorni fa trasferta lunga a Milano per vedere Il Codice Da Vinci. La tangenziale era più trafficata del solito e ha costretto Valentina e me a due ore di coda per raggiungere Vimercate. Panino veloce (grazie Augu che hai pensato alla nostra salute) e dritti in sala Megatheater: posti centrali in prima fila! Seppur molto vicini allo schermo lo spettacolo è stato godibilissimo.
Devo dire che il film mi ha stupito. Sinceramente mi aspettavo tutta un’altra cosa; mi aspettavo peggio. I pochi commenti della critica che avessi sentito non ne parlavano un granchè bene. E invece io voglio spezzare una lancia, e bella grossa, in favore del film: rispecchia fino in fondo il libro, la regia è adeguata alla situazione, gli attori bravi. Particolare anche la scelta di non doppiare tutto: ci sono parti parlate in francese, altre in latino.
Lo consiglio vivamente. Non sono un critico e non ho altro da dire in proposito.

Vorrei però fare una riflessione sulle storie, raccontate in film e libri. Quanto è bello seguire lo svolgersi di una vicenda, pensare ai possibili sviluppi, pendere dalle labbra dei narratori quando spiegano i fatti o gli antefatti? Per quello è così spiacevole quando si va verso la fine; si vorrebbe che l’avventura continuasse per sempre. Io penso di essere drogato dalle storie che leggo nei libri di fantascienza: non riesco a staccarmi dalle pagine, sono ossessionato dal voler arrivare in fretta al nocciolo caldo prima e alla conclusione poi. E finito un libro via che attacco con il prossimo.
E’ lo stesso discorso, o almeno simile, fatto per i pettegolezzi. Perchè l’essere umano è così attirato da ciò che accade agli altri, siano essi reali o fittizzi? E’ un’abitudine che può rasentare la morbosità: vivere le storie degli altri per sfuggire alla propria realtà, alla propria condizione, come se la propria storia non avesse aspetti degni di essere raccontati.
Personalmente non ritengo di praticare la lettura per motivi di fuga, sebbene spesso si associno fantasy e fantascienza a questo concetto; io lo vedo come un modo attraverso cui conoscere nuove idee e riflettere su problemi reali.
E ora che ci penso le storie, la loro narrazione, stanno alla base del concetto di gioco di ruolo. Io personalmente prediligo le campagne in cui la storia creata dal master è preponderante, è la chiave di volta di tutta la struttura. Altri preferiscono siano i proprii personaggi, con gesti e parole, a creare la vicenda narrata.

Pensierino del giorno: l’importante è avere qualcosa da raccontare.

Titolo?

Mi stavo chiedendo come mai avessi preso l’abitudine di dare un titolo ad ogni post del blog. In fondo quando si scrive un diario si mette giusto la data. Forse perchè questo è più una raccolta di pensieri che un resoconto delle mie giornate, spesso perse nella routine.

Certo oggi potrei raccontare delle novità sul luogo di lavoro. Lunedì è in arrivo un nuovo dipendente dell’Ufficio Tecnico, un geometra, che dovrebbe occuparsi quasi solo di disegni cad. Per ora dovrà accontentarsi di stare spalla a spalla con me, dato che lo spazio in ufficio è poco; speriamo sia solo provvisorio. Io ho bisogno di spazio di manovra! Inoltre per il novizio verrà comprato un computer nuovo di pacca, con tanto di autocad ultima versione. Vedremo chi è più bravo a disegnare! E’ anche vero che come futuro ing. il mio compito non dovrebbe essere di abbassarmi a disegnare, ma a me piace tanto.

Ho iniziato e quasi finito il libro L’età dell’oro. Davvero molto bello; un tipo di fantascienza che si può dire al limite tra cyberpunk e speculazione scientifica. Tutto si gioca sulla possibilità in questo remoto futuro di poter interfacciare la mente umana con potenti supercomputer; anche la morte non è più un problema, dato che è possibile registrare il proprio noumeno, la coscienza e rivivere sfruttando il tempo di calcolo dei computer. Al mondo reale, che appare solo a sprazzi nel libro, si sovrappone un intero mondo da sogno, che appare reale per i feedback inviati al cervello umano. Un po’ alla Matrix, ma con la possibilità di entrare e uscire dal sistema, spostandosi anche su altri pianeti.

Come sempre la fantascienza, estremizzando alcuni aspetti della società, fornisce spunti di riflessione di grande spessore. In un mondo simile, dove ci si affida ai computer per la gestione di questo mondo da sogno e per il trattamento degli stati neurali, come è possibile distinguere un ricordo vero da uno costruito ad arte? Per non parlare delle velate constatazioni di ordine sociale: progresso controllato, violenza annuallata, una giustizia equa ma per nulla flessibile (non necessariamente un male questo).

Sarebbe bello che si esplorassero maggiormente, nella vita reale, le possibilità offerte da altre tipologie di aggregazione sociale.

Top 100 1998

Oggi non so che scrivere. Giornata abbastanza piatta, d’attesa per il rientro al lavoro. Inserisco solo la classifica del 1998 per futura memoria.

100 – Dj Dado – Give me love
99 – Elisa – Cure me
98 – Air – All I need
97 – Super B – Amore disperato
96 – Massive Attack – Tear drop
95 – Touch & Go – Would you?
94 – Faithless – God is a dj
93 – Placebo – Pure morning
92 – Savage Garden – To the moon and back
91 – Carmen Consoli – Besame giuda
90 – Fatboy Slim – Gangster trippin’
89 – Marina Rei – T’innamorerò
88 – Alice feat. Skye – Open your eyes
87 – Liquido – Narcotic
86 – Bryan Adams feat. Melanie C – When you’re gone
85 – Nek – Sto con te
84 – Ultra Natè – New kind of medicine
83 – Max Gazzè – La favola di adamo ed eva
82 – Lauryn Hill – Doo wop
81 – Mel B feat Missy Elliott – I want you back
80 – Vasco Rossi – Quanti anni hai
79 – Moby – Honey
78 – Franco Battiato – Shock in my town
77 – Hole – Malibù
76 – David Morales – Needin’ u
75 – Puff Daddy & Jimmy Page – Come with me
74 – REM – Lotus
73 – Mario Venuti & Carmen Consoli – Mai come ieri
72 – Eagle eye Cherry – Falling in love again
71 – Max Gazzè & Niccolò Fabi – Vento d’estate
70 – Smashing Pumpkins – Ava adore
69 –
68 – Billie Myers – Kiss the rain
67 – Garbage – Push it
66 – Smash Mouth – Why can’t we be friends
65 – Stardust – Music sounds better with you
64 – Wyclef Jean – Another one bites the dust
63 – Ace of Base – Life is a flower
62 – Subsonica – Cose che non ho
61 – Emilia – Big big world
60 – Natalie Imbruglia – Big mistake
59 – Fastball – The way
58 – Prozac + – Acida
57 – Beastie Boys – Body movin’
56 – Garbage – I think I’m paranoid
55 – 99 Posse – Corto circuito
54 – Sheryl Crow – My favorite mistake
53 – Ligabue – Ho perso le parole
52 – Madonna – The power of good-bye
51 – Lenny Kravitz – If you can’t say no
50 – Delta V – Se telefonando
49 –
48 – Laura Pausini – Un’emergenza d’amore
47 – Will Smith – Miami
46 – Biagio Antonacci – Mi fai stare bene
45 – Fatboy Slim – Rockaffeller skank
44 – Natalie Imbruglia – Wishing I was here
43 – Five – Got the feelin’
42 – Brandy & Monica – The boy is mine
41 – Bluvertigo – Altre forme di vita
40 – George Michael – Outside
39 – Spice Girls – Stop
38 – Cornershop – Brimful of Asha
37 – Pino Daniele – Amore senza fine
36 – Whitney Houston & Mariah Carey – When you believe
35 – Alex Britti – Solo una volta
34 – Pras feat. Ol’Dirty Bastard – Ghetto superstar
33 – Mousse T – Horny ’98
32 – Madonna- Ray of light
31 – Morcheeba – Blindfold
30 – All Saints – Under the bridge
29 – Backstreet Boys – All I have to give
28 – Cher – Believe
27 – Faith Evans – Love like this
26 – Jamiroquai – Deeper underground
25 – Robbie Williams – No regrets
24 – Alanis Morisette – Thank u
23 – Goo Goo Dolls – Iris
22 – U2 – Sweetest thing
21 – Spice Girls – Goodbye
20 – REM – Daysleeper
19 – Luca Carboni – Le ragazze
18 – Manic Street Preachers – If you tolerate this
17 – Celine Dion – My heart will go on
16 – Lenny Kravitz – I belong to you
15 – Simply Red – Say you love me
14 – Jennifer Paige – Crush
13 – Karen Ramirez – Looking for love
12 – Robbie Williams – Millennium
11 – Vasco Rossi – Io no
10 – Depeche Mode – Only when I loose myself
09 – Articolo 31 – La fidanzata
08 – All Seeing I – The beat goes on
07 – Aerosmith – I don’t want to miss a thing
06 – Savage Garden – Truly madly deeply
05 – Ultra – Say it once
04 – Spice Girls – Viva Forever
03 – Des’ree – Life
02 – Bran Van 3000 – Drinking in L.A.
01 – Madonna – Frozen

Lazzaro! Alzati e cammina!

Finalmente oggi sto decisamente meglio.

Ieri ho chiamato la dottoressa per farmi prescrivere una medicina.

La diagnosi è stata "faringite acuta febbrile". In effetti avevo la gola in fiamme. Il resto della giornata l’ho trascorso sempre a letto a dormire; ogni tanto avevo dei momenti di lucidità e riuscivo a leggere qualche pagina, ma quasi subito crollavo. Un vero calvario. Non sono nemmeno riuscito ad accendere il pc o a vedere il Giro d’Italia.

Nonostante oggi stia meglio ho dovuto dare forfait alla cena con gli amici, per la delusione di Augu.

Ora vado a seguire il primo tappone alpino.

Bad day

Che giornataccia. Il tempo al lavoro non passava più. Tutta colpa di uno stato febbricitante che mi ha colpito al risveglio. Sospetto di aver preso un colpo d’aria tra domenica e lunedì: il caldo mi ha portato a svestirmi un po’ troppo e ora ne pago le conseguenze.

Tornato a casa, dopo trenta minuti di strordinario, ho povato subito la febbre, pensando di avere un paio di linee. Termometro impietoso: 38.5 esterna. E ci credo che avevo tutte le articolazioni mosce e la testa nel pallone.

Ora devo decidere se incoscentemente andare al pub con Paola, tacendolo il malessere, oppure spifferare tutto e farmi coccolare in quanto malato. C’è anche da dire che vorrei provare la nuova macchina della fidanzata: la carinissima Suzuki Swift.

Spero che una notte di sonno mi riporti in forma.