Il convivente

In queste giornate povere di spunti di riflessione e di notizie davvero ghiotte, non so proprio dove andare a pescare le parole. In effetti sono così preso da questa novità della convivenza, anche se è solo temporanea e anomala, che mi è difficile pensare che ci sia qualcosa d’altro di più interessante. E’ segno che la mia vita ruota necessariamente attorno a quella donna magnifica che è Paola: da quando si sveglia alla mattina a quando va a dormire non c’è sguardo che le rivolga che non smentisca quanto sia bella e tenera.

In questo momento lei non è qui a casa, è uscita per andare a teatro con sua mamma. Così sto pensando di farle una sorpresa per quando rincaserà: accenderò una scia di candele che dall’ingresso la condurrà fino alla stanza da letto, rischiarata da altre profumate fiammelle. Niente musica di sottofondo, voglio gustarmi il suo respiro.

Ma ora è ancora presto e mettersi troppa attesa addosso non fa bene. Buona notte.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: