Velista per caso

A pochi giorni dall’inizio della Louis Vuitton Cup sto iniziando a perdermi nei meandri del gergo marinaresco. Sto cercando di fare miei tutti i concetti tecnici che identificano le varie navi, le vele, le chiglie. Schooner, skiff, twin-keel, golette, ACC class Version 5…boma, bompresso, fiocco, randa…andature varie…è un mondo così immenso che servirebbero anni per capirlo a fondo. Spero di trovare al più presto una trasmissione od uno spazio web che esplichi i concetti chiave della progettazione velica.

Per me è come la F1: ingegneria spinta ai massimi livelli, estrema ricerca della performance fine a se stessa. La regata in sè spesso e volentieri è piuttosto noiosa.

Purtroppo avrò poco tempo per seguire le regate durante il giorno. Dovrò accontentarmi dei fine settimana. Diciamo che questa nuova piccola passione si sposa anche bene con la campagna di D&D del venerdì: serve a bordo della Wind qualcuno che conosca i principi della navigazione in mare.

Advertisements

One thought on “

  1. IlMendicante says:

    Morto un papa se ne fa un altro?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: