Reprimenda e rettifica

Quando si dice che il mondo è piccolo e la gente mormora. Il post Una bella multina è finito citato in più punti su La Stampa di oggi 15/04/07. (Non si può leggere l’articolo via internet ma è citato almeno il titolo: http://www.lastampa.it/edicola/sitoweb/Biella/Biella.asp ).

Nell’articolo che mi è stato letto via telefono si parla del fatto che il Sindaco di Gaglianico sia stato minacciato per la questione multe e che un blog, questo, ha lanciato una proposta sul vandalismo in città, citando dati non veritieri sulla vicenda. E’ vero sono venuto meno al principio fondamentale del buon giornalista che è la verifica delle fonti e riportato i dati ingigantito che avevo raccolto qua e là. In effetti ho anche lanciato quella proposta: ogni tanto mi lascio prendere dall’entusiasmo e parlo o scirvo senza pensare troppo, come alcuni ben sanno. Il giornalista cita, come detto, mail di minaccia al sindaco ma non in relazione alla mie parole, che coinvolgono un altro aspetto.

A essere sincero avrei preferito finire citato sul giornale per altri post più interessanti da un punto di vista intellettuale, ma si sa che sono le provocazioni a fare odiens, cosa che peraltro non cercavo con quel post. A parte questo sono intervenuto censurando le frasi sconvenienti del post precedente, per evitare che l’idea malsana, che personalmente non avrei mai il coraggio di mettere in atto, sia recepita da troppe teste calde. Sto valutando una lettera a La Stampa, giusto per dare due spiegazioni, ed una mail al Sindaco Maggia tanto perchè non si faccia idee sbagliate.

So già che molti di voi se la rideranno pensando a certi vecchi post al cui riguardo mi dicevate di stare attento. Dovrò fare più attenzione almeno a non scaldarmi troppo su certi argomenti.

Advertisements

10 thoughts on “

  1. Flamel says:

    Guarda quando l’ho letto pensavo subito di fare dell’ironia dicendo qualcosa come “occhio che ti arrestano per istigazione a delinquere” e invece guarda qui, citato addirittura sulla stampa..
    Io fossi in te chiederei una rettifica però, perchè di minacce al sindaco proprio non ce ne è traccia…
    =)

  2. karagounis78 says:

    Grazie Flamel.
    Comunque nell’articolo non ero citato in relazione alle mail o lettere di minaccia. Si sottolineava come su internet qualcuno avesse alzato i toni.
    Tra l’altro in che termini esiste l’istigazione alla violenza?

  3. karagounis78 says:

    Se il link non dovesse funzionare:

  4. prado says:

    Solidarietà totale al Kara.
    I semafori con le telecamere e gli autovelox sono solo tasse legalizzate, soprattutto quando grazie a non ben specificati “errori” le multe vengono stampate in serie, contando sul fatto che le persone spesso non verificano o non hanno voglia di contestare.
    Fate più test anti-alcool e verificate i rinnovi delle patenti, invece!

  5. anonimo says:

    Non tutto il male vien per nuocere, coraggio. Io per esempio ho scoperto questo blog “grazie” all’articolo de La Stampa.
    Ovviamente non sono d’accordo con proposte violente ed atti illegali.
    Non è proprio il caso, e comunque non ho nè l’età, nè il tempo o la voglia di sciupare le mie serate per atti vandalici contro Gaglianico ed i suoi arredi urbani. Naaah… troppo faticoso.
    Però, però… questo povero, piccolo sindaco, con le sue povere, piccole antiche, patetiche ossessioni per il “traffico” ed i semafori (di qualsiasi cosa si parli con lui, finisce sempre per tirare in ballo il traffico a Gaglianico: una specie di fissazione…) mi irrita da non poco tempo, pur non abitando io nel suo comune.
    E allora, se proprio siete arrabbiati con lui, come lo sono io, vi propongo due sistemi assolutamente legali, assolutamente non cruenti, il primo per “vendicarvi” in ogni caso, ed il secondo per tentare di far rimuovere le stramaledette imbecilli telecamere. Se volete imitarmi, sono due cosette semplici semplici:
    1. Il sindaco promette che non cambierà idea, ebbene neanch’io: prometto solennemente che nè il Signor Maggia nè alcun partito/gruppo politico che lo proponga per qualsivoglia carica avrà da oggi in poi il mio apporto.
    Si può scordare del mio voto, e spero quello di molti di voi, se ancora vagheggia di poter diventare il presidente della provincia di Biella. Io non vorrei mai avere per presidente un tizio con idee così bislacche su urbanistica e viabilità, e sistemi così infidi per reperire tasse.

    2. “Sciopero del transito”: se non per inderogabile necessità, non transiterò più per il tratto interessato dai semafori incriminati sinchè non verranno rimossi, o almeno disattivate le telecamere. Passerò dalla Trossi, oppure scenderò dalla strada dei campi di Ponderano. E naturalmente nemmeno sotto la minaccia delle armi mi servirò dai negozi che su quel tratto affacciano. Mi dispiace per gli esercenti, che nessuna colpa ne hanno.
    Se molti altri automobilisti mi imiteranno, sarà interessante vedere la soddisfazione del sindaco Maggia nel vedere infine risolto il problema del “traffico” in quel tratto, che sarà percorso soltanto più da ligi ed ossequiosi residenti.
    Buona serata,
    Pokahontas

  6. IlMendicante says:

    Diciamo che, per quanto il tuo post sulla “disobbedienza incivile” fosse innocuamente sciocco, l’idiozia dei giornalisti che perdono tempo e spazio a riportare una cosa del genere è deprimente.
    Che ci sia gente che è pagata per inventare notizie da un simile commento grida vendetta. Se quei signori giornalisti vogliono veramente trovare notizie su Splinder, posso indicargli in pochi minuti qualche decina di blog ben più sovversivi.

  7. prado says:

    Più che altro, se i signori giornalisti vogliono proprio montare un caso, forse non hanno niente da scrivere.

    Quindi non sono giornalisti.

  8. karagounis78 says:

    Grazie della soliderietà.
    Ringrazio Pokahontas per le proposte di dissenso moderato, che però credo siano valide solo per grandi numeri di partecipanti. Sarebbe interessante vedere comunque l’effetto a lungo termine.

    Caro Sid, abbiamo più volte discusso delle brutte abiutudini dei giornalisti. In questo caso devo comunque rimarcare che la giornalista non ha inventato chissà che, riportando abbastanza fedelmente le mie parole. Avrei qualche appunto da fare sul titolo dell’articolo in cui si ingigantisce la faccenda. Nel trafiletto inoltre nomina questo spazio come “un famoso blog della rete” (!): se fosse vero ne sarei lieto, ma credo sia solo un espediente per dare credito alle mie parole. Chi prenderebbe sulk serio le frasi scritte su “un blog letto da un gruppo di amici patiti di gdr”.
    Tuttavia potrei proporre a La Stampa uno spazio settimanale intitolato L’angolo del Kara.

  9. IlMendicante says:

    Rimane l’irresponsabilità del giornalista, che cita come pericolosamente sovversivo (minacce? insulti? capisco il sensazionalismo becero ma dannazione, almeno leggete quel che c’è scritto sulle cose che riportate…) un blog NON ANONIMO, di una persona che pur non essendo per nulla seria (e anzi che meriterebbe spesso di essere percossa col bambù sotto le piante dei piedi dopo una sana sessione di sodomia coercitiva) ha pur sempre un suo lavoro e una sua vita radicata nella zona in questione.
    Ovvio che poi leggendo effettivamente il blog si capisce che la persona di scarsa lungimiranza e sensibilità è il pigro giornalista, però rimane che uno si legge il titolo “Minacce e insulti al sindaco”, va al blog e vede il nome e il danno è fatto.

    Vabbè, intanto aspetto per domani un titolo della stampa che parli di “Pericolose istigazioni alla tortura e volgari allusioni sessuali”.

  10. Dregoth says:

    Dear Kara, avevo parlato di rivolta del Chiapas e devo dire che non scherzavo del tutto, nel senso che il tuo posto era veramente sopra le righe. Ciò detto, quello de La Stampa non è giornalismo.
    La prossima volta che vuoi postare cose borderline chiedi al tuo avvocato :-p

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: