Lucca report

Dopo un anno di assenza sono tornato alla convention Comics&Games in quel di Lucca. Questa volta ho optato per un profilo da turista: niente stand, niente pass, libertà totale. E’ stato interessante e palloso allo stesso tempo.

Interessante perchè ho potuto girare tutti i padiglioni quando più mi aggradava. Con Iglia abbiamo approfondito alcuni giochi in scatola; ho girato molto nel padiglione degli editori del fumetto. La prima sera abbiamo anche presenziato alla consegna dei premi per i migliori giochi e fumetti.
Palloso perchè finito di esplorare le novità non si fa altro che girare senza una precisa meta, con conseguente male ai piedi.

Rispetto a quanto mi aspettassi le novità nel campo Games non erano granchè: un paio di giochi in scatola e una sezione gdr povera. Forse ho sofferto l’essere fuori dall’ambiente da più di un anno, il che significa non fermarsi a parlare con i vari autori del mondo del rpg, ma per la verità penso proprio che sia una fase di stanca: gli editori stanno decidendo quale strada imboccare, su cosa puntare ed il mercato continua a non essere facile.

Invece ho apprezzato molto lo stand centrale dei fumetti. La volta scorsa ci avevo dato uno sguardo distratto; soffermandomi e ponderando bene ho invece acquistato alcuni fumetti. Grande interesse mi hanno suscitato le produzioni della GG Studio (andate sul sito e provate a capire cosa mi ha attratto…); devo ancora iniziare la lettura, ma sono fiducioso che continuerò a seguire le loro uscite. Particolare ed affascinante l’altro acquisto: Ultima Anima, un fumetto molto artistico; mi sono fatto tirare da tavole splendide come questa. Un erotismo di grande stile: ho anche chiesto all’autrice se è disponibile per creare una tavola da appendere come quadro.

Extra fiera va citata la grande abbondanza di prostitute di cui gode Montecatini Terme: tornando all’albergo ogni sera ci passava sottocchio buona parte del catalogo e vi dico che molte erano niente male. Per fortuna sono un ragazzo di sani principi.
Comunque meglio glissare e parlare dell’ottimo ristorante in cui mi ha portato Iglia a Pistoia. E’ valsa la pena di spendere una certa cifra al ristorante S. Jacopo: cibo di ottima qualità, ottimamente cucinato e servito. Consiglio di assaggiare i piatti di chianina: io ho preso la pepata, saporitissima.

Per la prossima fiera dovrò aspettare un anno, ma spero di trovare il modo di andare a trovare i ragazzi della Raven a Bologna prima di questo tempo.

Advertisements

3 thoughts on “

  1. Uberfolletto says:

    Dopo la tua partenza mi sono dato al lavoro allo stand. Non ti sei perso molto, se non le urla:

    “Fantasmino Nero!”

    Sono felice che ti sia piacuto il ristorante 🙂

    Fulet

  2. Flamel says:

    Io oramai ci ho fatto l’abitudine, am davvero in toscana da noi le prostitute sono davvero molte..
    Per non parlare poi dei locali, proprio vicino a Lucca vi è il famosissimo GILDA 2.
    Ma questa, forse, è un’altra storia..
    =)

  3. karagounis78 says:

    Ho guardato il sito del Gilda 2. Averlo saputo prima…avrei potuto farci un giretto.

    Sembra un bel posto per l’addio al celibato, specie se mantengono la promessa del servizio sul dolce. Andate a leggere!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: