E son 30

Ci siamo. Il consueto anno in più, che come ogni 20 gennaio mi tocca prendere con me, oggi si carica di un valore simbolico di peso: trent’anni.
Certe visioni sull’età sono mere convenzioni sociali: non sarò certo più saggio, più avveduto e più maturo di ieri. I cambiamenti sono sempre graduali. Certo la gente potrà soppesarmi con occhi diversi, e spero non sara troppo critica.
Se vogliamo questo dovrà essere il decennio del consolidamento familiare e lavorativo, ma è lapalissiano. Non penso sia nemmeno così importante tirare le somme de i miei primi trent’anni; ho giusto due rimpianti ma per il resto penso di aver fatto bene.

Voglio tuttavia dedicarmi una riflessione. Quando un evento è molto ed a lungo atteso, quale deve essere la sua importanza, il suo spessore temporale o sentimentale, perchè ripaghi adeguatamente dell’attesa senza che nasca un senso di insoddisfazione?

Advertisements

3 thoughts on “

  1. lordofsorrow says:

    Auguri!
    Bella!

  2. Flamel says:

    Auguroni Kara!
    100 di questi giorni!
    =)
    Domanda delicata e molto filosofica..
    Ci penserò su..

  3. Uberfolletto says:

    Venerdì sera si festeggia.

    Fulet

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: