Tempo

Il tempo è sempre stato un ottimo alleato, finora. Rimanendo sempre ottimisti, avendo la giusta pazienza nell’attesa ogni cosa si è sempre risolta per il meglio e, spesso, al momento opportuno. Questo però, me ne accorgo solo ora, è solo una faccia della medaglia: il lato oscuro è che con il tempo ogni cosa viene stemperata, si dilavano le emozioni, restano gli scheletri delle consuetudini.

Farsi trasportare dalla inesorabile corrente porta dunque verso il grigiore, inteso come neutralità, scarico di aspetti positivi e negativi per l’effetto delle due facce del tempo. Cavalcare il flusso, viverlo sempre al limite, come non ci fosse un altro istante, quella sarebbe la strada; ma in questo modo ci si consumerebbe come una candela sempre accesa, bruciando le energie troppo in fretta, dopo di che si cadrebbe in completa balia del tempo, senza la minima forza di resistervi.

Advertisements

3 thoughts on “

  1. anonimo says:

    e quindi qual è la strada corretta?
    io sono una persona che sa attendere il tempo, ma che a volte rimane imprigionata nel non saper agire.
    Comunque vedo che le persone di temperamento opposto al mio non se la passano meglio..
    Non credo che ci sia un giusto mezzo, ma forse la soluzione è accettare il proprio modo di concepire il tempo e il suo fluire.

  2. karagounis78 says:

    In effetti non vi è un modo giusto. Ognuno deve fare i conti con sè stesso e con il suo tempo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: