Yes, we can.

Barack Obama, il nuovo presidente USA. Sono contento per questa vittoria: la ritengo anche io il segno di un possibile cambiamento. Le speranze riposte in questo giovane bello ed abbronzato sono tante; speriamo che alcune si realizzino.
E rispetto alla politica italiana non starei a fare questioni di ideale vicinanza all’uno od all’altro candidato. E’ troppa la distanza che ci separa da quel paese e la scelta è più una questione di uomini che non di idee.

Advertisements

5 thoughts on “

  1. anonimo says:

    OK, OK, ma piano con gli entusiasmi. Consiglierei la lettura di questo articolo….

    http://www.disinformazione.it/obama_presidente.htm

    trank

  2. karagounis78 says:

    Grazie per la dritta di lettura.
    Non sono però d’accordo con l’articolo. Clinton fu un ottimo presidente e parte del suo lavoro è stato rovinato da Bush.
    E’ poi ovvio che tra i due schieramenti non ci sia questa sostanziale differenza di vedute e strategie: è così anche da noi. Alcuni si vendono effettivamente meglio di altri, ma la cosa è altalenante.
    Io confido non tanto nel programma sottoposto alle folle ma nelle soluzioni pratiche che saranno di volta in volta prese.

  3. IlMendicante says:

    Che Clinton sia stato un buon presidente è un mito popolare.

    Clinton è stato sicuramente venduto come un buon presidente – ma questo è parte del gioco “democratico” dell’alternanza. I democratici (o la sinistra) sono buoni e riformisti; i repubblicani (o la destra) sono severi ma giusti.

    Poi in realtà una volta sullo scranno la politica che fanno è una e una soltanto. Distinguere negli elementi cardine il programma di Berlusconi e quello dell’ex Prodi non è un’operazione semplice come può sembrare – una volta che governi fai quello che devi per tirare avanti la baracca, destra o sinistra. La sinistra oggi combatte in parlamento per bloccare l’approvazione di leggi che sono sostanzialmente ratifiche di vecchi decreti del governo Prodi. Non a caso lo chiamano il teatrino della politica.

    Tutto questo per ribadire che Obama rischia sì di essere un Clinton bis, un tutto fumo niente arrosto che viene venduto mediaticamente come straordinario riformista e lungimirante innovatore in politica estera – ovviamente al solo uso e consumo del pubblico perchè, nella sostanza dei fatti, rimane un conservatore che fa fare ai poteri occulti che lo comandano il lavoro sporco.

    Facciamo molta attenzione a Obama, perchè ha il potenziale per essere un punto di svolta mondiale, ma ne ha altrettanto di rivelarsi una profezia autoavverante montata da media e politica. Alla Kennedy. Alla Clinton. Alla Obama?

  4. karagounis78 says:

    Ok, solo il tempo ci dirà.
    Il succo del tuo discorso è forse che l’epoca dei grandi presidenti, quelli che hanno veramente cambiato le cose, è finita e non ritornerà. Peccato perchè proprio adesso avremmo bisogno di un uomo forte e decisionalmente autonomo.

  5. IlMendicante says:

    Credo che l’esperienza di Berlusconi ci insegni che non sempre le “grandi personalità” sono una cosa positiva. Specie quando si arriva al culto della personalità (vedi Kennedy di nuovo).

    Sono cambiati i tempi, però non escluderei che questo genere di sensibilità popolare abbia un ritorno di fiamma. Nei momenti di crisi il popolo tende a guardare ai suoi leader con maggiori aspettative e sicuramente non è difficile pensare che la società americana finirà per idealizzare Obama a patto che infili di seguito un paio di buone decisioni. Sfortunato il popolo che ha bisogno di eroi, diceva Brecht, ma l’America sicuramente ne ha bisogno.

    E Obama è carismatico e affabulatore quanto basta per cavalcare l’onda. Ripeto, è quasi destinato ad essere il nuovo Kennedy – speriamo non fino in fondo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: