Back from the graveyard

Torno dalla Svezia e vengo colpito da un fortissimo raffreddore accompagnato da febbre. Che tremenda rottura. Mi è toccato passare una domenica infernale; fortuna che Paola si è prestata a farmi da premurosa infermierina.

Noto con piacere che alcuni post di questi ultime settimane hanno destato la viva attenzione di alcuni affictionados. Anche se non commento sappiate che vi leggo, e spesso sorrido fra me e me.
Noto anche, con dispiacere però, che sto trascurando questo spazio dedicando spesso un post a metà settimana. Come detto sono stato molto preso dal lavoro e dalla preparazione del viaggio in Svezia. Ora che tutto è andato bene, che la relazione è piaciuta ed i risultati sono positivi, spero di tornare a scrivere con maggior frequenza.

Perchè ho parecchie cose da dire: vorrei riuscire ad esprimere l’ottimismo che mi pervade in questo momento della vita, che trovo quasi controcorrente e sconcertante data l’attuale situazione di recessione in cui siamo caduti, la quale lavorativamente mi colpisce in pieno. Parte del merito la ascrivo alle buone letture che sto portando avanti: per la statistica questo potrebbe essere l’anno del record di libri letti. Fantastico.

Advertisements

9 thoughts on “

  1. IlMendicante says:

    Non sai come ti invidio. Sono due anni ormai che sono colpito dal blocco del lettore, ed è una cosa che sicuramente sto soffrendo molto.

    Consigliami qualcosa.

  2. Dregoth says:

    L’ottimismo è malriposto, la vita sukkia, il mondo è male, ogni resistenza è futile.

  3. IlMendicante says:

    Purtroppo a volte si perde di vista questa grande verità. Questa mattina ho impostato un nuovo lavoro e mi sono talmente compiaciuto delle mie idee da metterci perfino dell’entusiasmo. Ora che ho finito per fortuna il momento è passato e sono nuovamente conscio della futilità del tutto e dello squallore del nostro esistere.

  4. karagounis78 says:

    No dai, non siate così realisti. Permettete che mi crogiuoli nei miei sogni e nelle mie speranze; perchè anche io se dovessi essere oggettivo non avrei poi molto da stare allegro.

    Lorenzo, non mi aspettavo che leggessi così poco ultimamente. Sarà forse il Wow? Posso consigliarti ma devi almeno dirmi che genere di lettura preferisci: leggera o saggio? Inizia a consultare la mia libreria su anobii così hai un’idea di ciò che ho letto negli ultimi tempi.

  5. Dregoth says:

    Leggete “Le dimensioni del vuoto” di Crepet, poi vi presto le lamette…

  6. IlMendicante says:

    Il maledetto wow certamente non aiuta, ma quel che mi serve è un nuovo indirizzo. Sono sempre stato un lettore eclettico, ma ora sento che mi serve un “genere” in cui tuffarmi e da cui trarre ispirazione.

  7. anonimo says:

    Le lamette da non-radersi, servono a chi si pone delle aspettative cosi lontane dalla realtà da vivere perennemente nel futuro.
    Provate a fare così, createvi aspettative che non vanno oltre i cinque, dieci minunti, e fate progetti a lungo termine che non superino la settimana. Vedrete che tutte le vostre aspettative saranno quasi tutte realizzate come per magia e potrete usare le lamette per radervi regolarmente, e le femminucce pure.
    Adesso scappo per la mia prossima aspettativa: fare colazione :)))

  8. anonimo says:

    Anche se il caffé sta uscendo trovo comunque il tempo di firmare il commento (Alfredo)

  9. karagounis78 says:

    Lorenzo sei proprio disperato.
    Mi permetto di consigliarti la trilogia di Gemmel sulla guerra di Troia.
    Il signore di troia, L’ombra di Troia e La caduta dei re.
    Io ho letto i primi due e li ho trovati molto belli. Penso li aprrezzerai conoscendo bene il mondo greco antico.
    altrimenti, se preferisci della fantascienza estrema, vai su Simmons e la sua Ilium. Il tema è semprw la guerra di Troia ma rivisitata in una chiave magnifica: sono 4 volumi in tutto, due di Ilium e due di Olympos.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: