Sbornia all’alba

So, come dice Dregoth, che i miei ultimi post non sono il massimo dell’allegria e paiono gli sproloqui di un ubriaco, ma…d’altronde è così. Quando si ha la testa da un’altra parte è difficile, per me, distaccarmi e cambiare registro. Anche al lavoro ho un’aria dimessa, per quanto riesca a svolgere i miei compiti. Mi manca però quello stimolo in più, lo scatto del genio; ho le idee ma non la forza per metterle in pratica.
Purtroppo una delle poche che paiono riuscirmi bene è lo shopping. Tra una cosa e l’altra ho già capito che questo mese marca male come bilancio. Per fortuna spendo almeno per abbellire casa, salvo un regalino per Paola che ci sta in pieno.

Vogliamo cambiare argomento? Rispolvero un post che qualche giorno fa avevo tolto per revisione contenutistica.

Personal Jesus

La religione è da sempre uno dei miei argomenti preferiti. Ed il come viverla ritengo sia un punto di fondamentale importanza all’interno di una discussione seria sul tema.
Io sono sostanzialmente contro la Chiesa istituzionale, per tanti motivi, non da ultimo la pretesa di avere l’ultima parola circa l’interpretazione della parola di Dio. Tuttavia posso ora dire che l’istituzione di una dottrina unitaria potrebbe non essere quel gran danno che immaginavo. Infatti il professare una fede personale, che riconosce l’esistenza di un essere supremo con cui si può entrare direttamente in contatto senza intermediari, rischia di sfociare in una spirale politeista. La dottrina infatti impone delle regole che vanno rispettate; la fede personale manca di questo parametro e la divinità viene adeguata alla morale personale od alla bisogna del momento.

In linea di principio un buon cattolico, che a mio avviso è colui che segue gli insegnamenti dei testi sacri, non compirebbe azioni contrarie ai Comandamenti. Eppure la cronaca è piena di storie di gente che, pur professandosi credente, ha agito contro i proprii principi. Oltre che con la legge si dovrà fare i conti con la propria coscienza. Ravvedo in ciò una chiara mancanza di morale, specie quando poi all’azione fa seguito la richiesta di perdono.
Ma ciò che trovo ancora più strano è come quasi tutti si rivolgano a Dio per avere un’intercessione riguardo un particolare desiderio. Non è atipica come prassi? A guardare la sostanza non è granchè distante da ciò che i pagani facevano verso i loro dei: ne esisteva uno dedicato ad ogni caso della vita ed a questo ci si rivolgeva compiendo offerte. A questo riduciamo la religione? Un conforto metafisico per i nostri piccoli problemi quotidiani? Mi pare tuttaltro che serio.

Le religioni orientali, sotto questo punto di vista, mi paiono più equilibrate. Pur ponendo un qualche principio metafisico professano ed insegnano la responsabilità personale, mettono l’individuo di fronte a sè stesso. Homo faber fortunea suae, per dirlo alla latina. Il metafisico non è chiamabile in causa direttamente ne gli si possono appioppare gradi di giudizio a posteriori.

Advertisements

4 thoughts on “

  1. Dregoth says:

    Stavo ragionando, tra un daiquiri e l’altro, sulla possibilità di fondare una religione monoteista basata sul culto della mia persona per raggiungere il divino, da rappresentarsi come un icosaedro regolare color tormalina e avente all’interno dei micro buchi neri visibili in trasparenza da ogni faccia.
    Il Dio, come il suo Profeta, fa servizi tipo Jukebox, restando pronto a confortare chiunque per un obolo contenuto. Come slogan per il primo tempio avrei pensato “Chiama 000-ICOSAEDRO, indulgenze per la prima volta dalla simonìa, anche questo con Mastercard”.
    Se ci fossero interessati fatemi un fischio e mandatemi un numero di carta di credito. Vi assicuro che è una religione più seria di molte altre e che i miracoli sono overrated.

  2. IlMendicante says:

    Io ci potrei anche stare però la concorrenza è agguerritissima. C’è Quelo, ovviamente, ma in questo momento stanno anche guadagnando punti i seguaci del Dio-macchina (F.I.A.T. Voluntas Sua) e sono personalmente molto intrigato dal famigerato Culto del Pene che sta prendendo piede nella provincia di Prato.

  3. Dregoth says:

    Quelo devo ammettere che è un avversario di prim’ordine, se solo Youtube non fosse selvaggiamente firewalled mi abbandonerei ad un excursus…

  4. karagounis78 says:

    Alla fine riconosciamo tutti lo stesso unico vero dio: la patacca!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: