Volontario

Mi è venuto in mente ieri guardando il tg: e se portassi il mio aiuto fisico nelle zone terremotate? Sarà possibile per dei volontari estemporanei, come potrei essere io avendo soltanto una decina di giorni a disposizione, trovare spazio nella macchina dei soccorsi?

Stamani ho subito provato ad informarmi perché per tante calamità passate fu possibile. Ricordo le alluvioni ed i terremoti del Polesine e dell’Irpinia; anche mia mamma partecipò al tempo di non so quale alluvione. Purtroppo è bastata una telefonata alla Protezione Civile per abbattere i miei buoni propositi: una circolare invita infatti i tanti volontari come me a non andare sui luoghi del terremoto per non intralciare la macchina dei soccorsi. Inoltre non ho nessun tipo di esperienza in merito non avendo mai partecipato a corsi od esercitazioni: rischio di essere più un peso che altro.

Insomma, lodevole l’interessamento ma meglio dare un contributo economico. Volendo posso sempre fare domanda per entrare nei volontari della Protezione Civile.

Advertisements

4 thoughts on “

  1. Dregoth says:

    Kara, tramite il mio Ordine personalmente ho fatto un’offerta in denaro. I soccorsi in loco sono molto complicati, se pensi che nuclei autosufficienti e “professionisti” di volontari fanno fatica a coordinarsi con la protezione civile e le autorità, immagina che inferno dantesco può essere per un freelance.
    Altra forma di partecipazione, che mi pare lodevole, è la donazione di sangue. Infatti, è normale che vengano consumate scorte in casi come questi, e vi è una reta di banche del sangue a livello nazionale per cui come vasi comunicanti si compensano tra zona e zona a seconda di esigenze (la morale, donando a Biella puoi essere comunque d’aiuto).
    Nel caso di specie, mi pare di aver letto che Bertolaso, a parte le circolari, abbia anche in un’intervista fatto sapere che non occorrevano né uomini né armate di donatori. Alla fine di tutto rimane la vile pecunia, anche se ho il netto timore che il 70% di quello che ho dato finirà spartito tra un camorrista e qualche burocrate/politico.

  2. karagounis78 says:

    Ebbene farò anche io la mia donazione. Se poi trovo altri modi per aiutare ben venga.

  3. anonimo says:

    Prova ad aiutare un tuo vicino di casa: è esattamente la stessa cosa.
    Ciao, Alfredo.

  4. IlMendicante says:

    No, non è assolutamente la stessa cosa.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: