Zuppa

La rete è troppo piena di informazioni. Se non si cercano dettagli precisi, solitamente di natura tecnica, si rischia di perdersi e confondersi tra chi dice una cosa e chi il suo esatto opposto. Quasi ogni tesi trova conferma o smentita, a seconda di cosa siete intenti a cercare. Argomenti caldi in questo senso sono quelli a carattere medico, malattie e loro sintomi, diete, consigli salutisti, e quelli a sfondo ambientale.

Sul primo tipo ci ho sbattuto la testa per venire a capo di un fastidio alla lingua, ma alla fine ho dovuto ricorrere al medico di base, senza peraltro risolvere molto. Certo è che, dati i sintomi che avevo, stando alla rete avrei potuto avere dall’allergia all’HIV.

Il secondo tipo invece, ho scoperto con mia sorpresa ieri, che rischia di spaventarmi non poco. Pare che il mio inconscio sia parecchio sensibile ad una vita condotta in luoghi che versano in condizioni di alto inquinamento. Mi fa paura in special modo l’inquinamento dell’acqua per uso domestico. Certo mi ero imbattuto in un articolo che andava proprio ad enfatizzare le situazioni peggiori. Per fortuna oggi ho trovato il rovescio della medaglia, un blog che parla della stessa area ma dandone un ritratto se non bucolico almeno vivibile, affascinante sotto certi aspetti. Ed il mio cuore ringrazia…

Il problema è che tutte le informazioni sono per lo più vere ma sono parziali. La realtà può sempre essere vista da molte angolazioni e solo un riscontro personale può dare la cerrtezza, o almeno fornirci le conferme alla nostra personale percezione delle cose.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: