Un post classifica. Un post a richiesta del Mendicante, affascinato dal mio conturbante menù settimanale.
Dimmi un po’, Kara, ma qual è stata la tua migliore ricetta del 2009?
Ebbene, dopo attenta consultazione dello schedario, ecco il responso.
  • Dei 730 pasti previsti in un anno non bisestile 336 risultano consumati fuori casa, oppure non schedati a dovere, ma questi ritengo non siano più di una sparuta decina. Ciò spiega anche il costo medio della spesa settimanale.
  • I restanti 394 pasti sono stati cucinati sfruttando un carnet di 186 differenti combinazioni di piatti o ricette. Un bel risultato che premia lo sforzo di schivare la pigrizia e la monotonia.
  • Dividendo i piatti per grandi categorie risulta: primi piatti 158, piatto unico 135, secondi 91, avanzi da pasti precedenti 10 volte.
  • All’interno dei primi spicca la pasta, nei suoi vari formati, con 105 ricorrenze, seguita dai risotti con 32, per finire con 21 tra zuppe (2) e vari non classificabili.
  • I secondi si dividono in 28 a basa di carne con contorno, 27 a base di sola verdura, a pari merito con 18 frittate e piatti di pesce con contorno.
  • Variegati i piatti unici, sotto la cui dicitura faccio rientrare dall’insalatona (39) alla torta salata (28), dalla pizza (17) alle crepes, piadine, crespelle, insalate di riso, timballi, etc… (51).
  • La ricetta più cucinata in assoluto è stata la cosiddetta Insalatona (39) , solitamente consumata al sabato a pranzo. Seguono la Ratatouille (16) e la pasta al pomodoro (13).

Dopo aver dato i numeri non ho ancora risposto alla fatidica domanda. Ebbene non è per nulla facile; ogni ricetta cucinata per la prima volta è stata di per sé un successo ed una piacevole scoperta.
Per vari motivi, primo fra tutti l’emozione per il battesimo del fuoco della Wok, mi ricordo il Pollo fritto allo zafferano con verdure, cucinato per la cena di Capodanno scorso.
E come non citare, tanto che mi viene l’acquolina, le Piramidi di melanzane grigliate con burrata e pomodoro? Oppure una splendida pasta melanzana e sedano o ancora il polpettone di ricotta!
Dispongo di un menù degno del Gambero Rozzo con alcune chicche di alta cucina, tenute da parte per stupire gli amici invitati a cena.
E’ anche giusto fare un plauso a Paola, mia tenera aiutante e cuoco capo di alcuni piatti apprezzatissimi quali lo Strudel di verdure con fonduta al Maccagno.

Per chi fosse interessato, posso fornire la lista completa delle ricette. Chissà magari potrebbe essere utile a qualche single che ha difficoltà nel decidere cosa cucinarsi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: