Here we go! Qui è domenica notte e si è conclusa positivamente la due giorni turistica nei dintorni di Wuxi. Andiamo con ordine.

Nanjing
Sabato gita programmata a Nanjing (Nanchino). Prima volta su un treno cinese e completamente soddisfatto del servizio. Prendere il mezzo è semplicissimo, direi a prova di stupido. Si seguono i cartelli, si attende nella sala d'attesa nella fila designata, quando è ora si segue la massa. Treni ovviamente in orario, puliti, silenziosi e veloci. Ho coperto 150 km in circa 1 ora e 10 minuti facendo fermata a Changzou; il tutto alla cifra di circa 5 € con posto a sedere prenotato! Altro che Trenitalia: il Frecciarossa ci mette 1:03 ore al costo di 31 €!

La città mi ha subito accolto bene, cielo azzurrognolo e clima caldo. Un veloce giro attorno alla stazione, per rendermi conto che non sarei riuscito a salire su un bus, e poi via a piedi lungo l'asse centrale della città. Nanjing sembra molto ariosa, con viali larghi, alberati, parchi e parchetti intermedi, nonchè un grande lago con enorme parco a due passi dal centro. Davvero vivibile. Tappa in un ristorante scelto tra i tanti incontrati e poi taxi per raggiungere la zona dei monumenti.

Subito il più visitato, il mausoleo del Dr. Sun Yat Set. Imponente e monumentale, come ci aspetta per la tomba di colui che è considerato il fondatore delle Cina moderna. Ho reso omaggio e ringraziato per essere arrivato fin lì.
A seguire la tomba Ming e la sua via dalle statue di pietra. Nel complesso davvero una bella scenic area a cui molto contribuisce la posizione sopraelevata rispetto a Nanjing ed il rigoglioso, e curatissimo, bosco che la circonda. La fioritura era appena all'inizio ma già c'erano scorci incantevoli.
Non so dirvi quanto ho camminato, ma alla sera avevo male alle gambe ed ero stanco morto.

Più impervio è stato il ritorno verso la stazione. Sebbene fossi partito per tempo, con un'ora e mezza d'anticipo, la strada era intasata dal traffico e nessun taxi passava dalla zona. Ho provato a cercarne uno risalendo la coda di auto, ma nulla. Tornato sui miei passi ho valutato l'opzione bus, ma di nuovo ero senza biglietto e non ero granchè sicuro di dove sarei arrivato. Così con flemma taoistica mi sono messo sul lato libero della strada ed ho atteso. Al limite dello sconforto è apparso un taxista angelico che mi è riuscito, con manovre alquanto azzardate, a portarmi in tempo alla stazione.

Suzhou
Il programma voleva che domenica dormissi fino a tardi, guardassi il GP di F1 [NdA. grande Button!] e facessi un tour al Gran Canale di Wuxi. Invece una collega, Pauline, ha insistito perchè la raggiungessi a Suzhou per visitare le bellezze del luogo. Come rifiutare l'invito di una donna…

Nella tarda mattinata abbiamo visitato il giardino più famoso della città, nonchè forse uno dei più famosi della Cina, tanto da avere un padiglione dedicato all'Expo di Shangai. Per giardino intendesi il parco interno di quella che nel 1500 fu la residenza di un amministratore imperiale. Un gioiello, davvero. E per di più cangiante a seconda delle stagioni; occorerebbe vederlo in diversi periodi perchè ad ognuno corrisponde un angolo fiorito differente. Se non fosse per i turisti, sarebbe perfetto per leggere o meditare. Da rivedere sicuramente, magari innevato.

Dopo un lauto pranzo, giro lungo la downtown storica di Suzhou. Un'area restaurata con le tipiche case affacciate sui canali, le lanterne rosse e i negozietti di souvenir. Suggestivo. Tanto che c'erano parecchie coppie di neosposi che si facevano fotografare nei vari scorci.

Anche stavolta ritorno difficoltoso. Per il treno avrei dovuto attendere tre ore alla stazione, così Paline ha deciso che avrei preso l'autobus. La difficoltà è stata nel raggiungere la stazione degli autobus: un'odissea tra svincoli ed inversioni ad U perchè la zona è in completo rifacimento. Per il resto tutto tranquillo; prendere l'autobus a lunga percorrenza è come il treno. Mi ha dato l'idea che pochi europei usino questo metodo di trasporto.

Per le foto, aspettate che sia rientrato in Italia.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: