Capitolo 13

Non dico che al lavoro agisco senza un briciolo di egoismo o esibizionismo, ma in ogni frangente il mio fine principale resta il bene dell'azienda. Ci metto tanto di mio e vado avanti anche senza gratificazioni, perchè mi preme che le cose siano fatte bene.
Ora come ora sento di essere a posto con la coscienza, perchè non ho nascosto nulla e ogni azione compiuta ha una sua ragion d'essere. Non che tema rimproveri ma si sa che il lavoro mette a dura prova ogni tipo di filosofia applicata: troppo facile arrabbiarsi, agire secondo logiche contorte e nascoste, scaricare il barile.

Ovviamente ci tengo a fare bella figura e qui scivolo rispetto agli insegnamenti, ma con un po' di buon senso si riesce a mitigare questa tendenza ed aspettare il giusto riconoscimento.

PS. nonostante il panorama soleggiato del biellese, oggi vorrei essere in Cina.

Advertisements

2 thoughts on “

  1. arimichan says:

    oggi non riesco a trovare un blog in cui si parli di un bel rapporto col lavoro… in qst epoca di precarietà sembra ingiusto che chi lavora si lamenti, xò, non so chi sei, nè cosa fai, ma sembra che tutti gli scenari lavorativi siano un disastro!il mio lavoro mi fa schifo, non mi da stimoli, non sono più motivata, l'ambiente di lavoro è noioso e ripetitivo e, come tutti i luoghi in cui esistono grossi aggregati umani è un covo di vipere.vorrei cambiare ma in questo momento di incertezza sono vile e ho paura di fare un salto nel buio.scusami se ho approfittato del tuo blog x un piccolo sfogo ;)ciao

  2. karagounis78 says:

    Approfitta pure quanto vuoi.Nel mio post non volevo lamentarmi del mio lavoro, non è mi abitudine. Sottolineavo quello che tu stessa scrivi, ossia che l'ambiente può diventare pesante e la mansione ripetitiva.Personalmente sono convinto che il primo stimolo debba venire da te stesso. Sta a noi trovare quel barlume di fascino e di ottimismo anche nelle attività meno interessanti. Non sarà sempre facile o possibile ma già fare lo sforzo è un educarsi.In fondo lamentarsi non serve a nulla se non a peggiorare la situazione, come una premozione autoavverante.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: