Dissi, perché me lo prospettarono come certo ed insindacabile, che mi sarei trovato nell'inferno dell'afa. Finora mi sembra soltanto di essere in un inferno di aria condizionata: onnipresente, insistente, fredda. Nei posti chiusi ho persino i brividi.
Salvo quando esco la sera, non respiro mai aria naturale, bella calda.

E' il segno che i cinesi amano il freddo: se non c'è, lo creano. Addirittura non fanno vacanze in estate perché fa troppo caldo. Preferiscono starsene in casa!

PS. sono sagrinà: in un angolino di una piazza qui vicino ho scorto un poverino micino, piccolo piccolo, che piangeva. Penso avesse fame o cercasse di richiamare la mamma. Ho provato a procurarmi qualcosa da dargli da mangiare, magari del latte visto quanto era piccolo, ma non ho avuto fortuna. Spero qualcun altro lo abbia notato e abbia potuto aiutarlo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: