A guardare le puntate di Presa Diretta che mi sono perso mi viene solo da dire: ma in che paese vivo? Possibile che non ci sia un minimo di pianificazione generale che indichi la via? E' possibile e sta accadendo purtroppo.
La puntata sui problemi della filiera agricola è allarmante: di questo passo perdiamo il piccolo produttore a favore del grnade che quindi standardizza e perdiamo in qualità e sapore.
L'Italia negli ultimi decenni ha privilegiato il libero mercato al mercato vincolato. Ed il libero mercato ha delle logiche che vanno al di là del bene di una comunità. Io l'ho sempre detto, ed in questo sono fortemente contrario all'Europa, un paese deve prima di tutto essere il più autarchico possibile. Questo senza essere protezionista ma per il semplice fatto che protegge in primis sé stesso e la sua capacità di pronta risposta all'emergenza.
Io sono il primo ad andare al supermercato della grande distribuzione, anche per il pane spesso, ma sono cosciente che sto sbagliando. Soltanto sono pigro; ogni volta mi riprometto di andare magari al mercato ma poi non faccio nulla. Ecco perché è importante che sia lo Stato a dare dei dettami di comportamento, impedendo ed obbligando se necessario.
Quando si dice che è la grnade distribuzione a dettare il prezzo è vero ma solo a metà: l'altra metà del prezzo la fa il consumatore che vuole tanto a poco prezzo. La colpa è spesso nostra dello stile di vita che abbiamo voluto regalarci.

Certo a volte questi programmi di reportage mettono in risalto solo alcuni aspetti della realtà. Nella puntata sulla crisi del lavoro in Campania hanno presentato soltanto famiglie con padre muratore a giornata e mediamente quattro figli. Però il reporter non si è posto il problema "ma se non hai un lavoro stabile, perché metti al mondo quattro figli? Perché non limitarsi ad uno e magari permettergli di studiare?"
Che poi manchi coordinamento statale e tanti soldi vadano persi in mille inutili rivoli non lo metto in dubbio, ma anche la gente stessa se la va a cercare ogni tanto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: