Come ci come ça

Il francese non è mai stata la mia lingua preferita, nemmeno quando lo studiavo a scuola. Non ci siamo mai reciprocamente amati: io avevo un’avversione per gli accenti, lei non digeriva il mio storpiare la pronuncia. Ci siamo detti addio sperando di non rivederci mai più. E invece il destino ha di nuovo fatto incrociare le nostre strade: la visita ai mercatini natalizi in Alsazia si è tramutata in una prova di sopravvivenza linguistica.

Non riuscivo a crederci; lo shock è stato tale che non ero in grado di mettere insieme due parole, figuriamoci una frase di senso compiuto. Eppure qualche fondamentale lo ricordo ancora, se ci penso così a mente fredda. Je m’appelle Fabiò. Je voudrais ce là. Un, duex, trois,… Ma a caldo, con un interlocutore di fronte, tutta la mia scienza evaporava in un microsecondo. Sapevo di non poter parlare in italiano (anche se tanti lo capivano e lo parlavano) così il mio cervello switchava sull’unica lingua straniera in voga dalle sue parti, l’inglese. Oppure mi bloccavo in una estenuante scena muta, proprio come ai tempi delle interrogazioni di francese al liceo.
Il meglio che sono riuscito a fare è stata questa frase, in cui cerco di pagare due cioccolate calde con panna: Two chocolat with chantilly. Bell’esempio di esperanto volante!

Per fortuna Paola mastica con più scioltezza la lingua transalpina il che ci ha permesso di cavarcela in ogni situazione.
Giuro che preferisco avere a che fare con i cinesi, almeno non capisco per nulla quello che dicono e so di non sapere la lingua. L’empasse è impossibile, si va a gesti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: