Essere o non essere

 

E se sono, come dovrebbe essere, in base a cosa lo definisco? Da sempre fan del buon Cartesio ho riflettuto sulla sua più celebre frase:

Cogito ergo sum, penso dunque sono. Trattasi però di un pensiero sul piano teorico e personale; io stesso mi accorgo di me stesso. È la presa di coscienza del sé.

Excogito ergo sum, aggiunge invece un riferimento al mondo esterno. Penso fuori, investigo, analizzo, ossia definisco me stesso nel rapporto con il mondo esterno, il quale riconosce la mia esistenza.

Rapportando a casi reali, il primo è un filosofo, il secondo un ingegnere.

Advertisements

3 thoughts on “Essere o non essere

  1. Vittorio says:

    Gli ingegneri ne sanno!!

    Excogito ergo ego elit!! (spero di aver azzeccato il latino :P)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: