Palla al centro

La riforma del lavoro resta dunque solo sulla carta. Il governo ha fatto la sua proposta ma sarà il Parlamento ha scrivere la versione definitiva, ancora non sappiamo con quali tempi e quali differenze.

Questo dovrebbe chiudere le porte a tutte le discussioni in merito, dato che sarebbe come discutere sul sesso degli angeli, ed alle eventuali proteste di piazza già minacciate. Lo dirò solo una volta, la riforma non esiste, non è stata ancora scritta. E conoscendo i tempi parlamentari potrebbe rimanere nel limbo per lunghi mesi. Vorrei, ma verrò puntualmente smentito, che fin da subito si smettesse di fare ipotesi catastrofiche sul testo presentato due giorni fa, non ha proprio senso, un puro esercizio di stile.

Mi chiedo inoltre con che faccia possa Monti presentare questa “riforma” all’Europa ed agli stati asiatici. Non è cosa fatta, rischiamo solo di fare brutta figura qualora venisse stravolta oppure bloccata. Non sarebbe meglio sbandierarla il meno possibile?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: