Il pasticciaccio dell’ILVA

Quella dell’ILVA di Taranto è proprio una situazione ingarbugliata. È la tempesta perfetta, l’apice catastrofico della non-politica di gestione integrata degli anni passati. La soluzione non può prescindere dalla ricerca dei colpevoli e delle cause e non sarà comunque indolore. Andrà trovata la giusta via media, ma soprattutto questa dovrà essere presentata nel modo opportuno perché possa venir accettata. Presentata forse non è il termine adatto, sa di decisione presa dalle alte sfere senza consultazione; forse in questo caso serve una consultazione con la base, una condivisione di proposte tra cui scegliere.

La mia personale opinione è che l’impianto deve mettersi in regola secondo gli standard ambientali che ci siamo dati. Sono sicuro che avrebbe dovuto farlo anni fa ma, sfruttando la sua forza come polo industriale, trovò sempre trovato politici compiacenti che derogarono e prorogarono. Facile in questo modo restare sul mercato ed in ogni caso lamentarsi per la concorrenza estera che verrebbe fatta proprio tagliando sui costi ambientali. L’industria va obbligata a mettersi in regola e nel frattempo va strettamente controllata perché non faccia ricadere questo costo sul prodotto finale, finendo così per autofallire. Il costo deve essere sostenuto con nuovo capitale e tagliando sul margine operativo; troppo facile fare impresa senza prendersi il rischio di non guadagnare. Un bel commissariamento ad interim.

La colpa è dunque in primis dell’azienda ma, sto per dire un’eresia per il mio modo di pensare, è anche in parte ascrivibile alla società italiana. Politici, controllori e cittadini, tutti abbiamo messo il nostro mattoncino per seppellire queste problematiche, ma alla fine esse sono cresciute più del muro e ora gridiamo al lupo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: