State of the Union – aka il blog in numeri

Durante questo lungo periodo di silenzio, uno dei più lunghi di sempre, la cui frequenza tra l’altro sta preoccupantemente salendo, ho investito un po’ di tempo per farmi i conti in tasca. Ho estrapolato tutte le statistiche del blog e le  ho elaborate con qualche macro in Excel. Ho così ricostruito l’andamento temporale di questo spazio. Tutto si può riassumere in due grafici:

Il trend complessivo è stato abbastanza costante, con una lieve flessione durante il 2009, come ben evidenziato dal dettaglio del secondo grafico. La frequenza è stata di circa 1 post ogni 2,3 giorni. Peccato che ho butto via i dati sui commenti, sarebbe stato un grafico interessante da sovrapporre a quello dei post totali. Di sicuro i primi anni, quando sulla stessa piattaforma, Splinder all’epoca, risiedevano i blog di altri amici, sono stati i più proficui e hanno contribuito alla cifra di 1587 commenti pubblicati.

Questo rischia di essere il classico annus orribilis; si prefigura la sindrome della crisi del settimo anno. Non che manchino le idee, è più la voglia di riportarle su carta digitale che langue, il sapere già in anticipo che quasi nessuno leggerà. È possibile che questo periodo di calma piatta perduri ancora per qualche tempo, mentre trovo un nuovo modo per ritagliare il giusto spazio al blog.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: