Monthly Archives: July 2007

Quizzone estivo – pt.2

Continua la serie di domande a sfondo musicale.

LA CANZONE CHE NON CONOSCERESTI SE NON FOSSE PER UN TUO AMICO?
Layla – Derek and the Dominoes. Per questo ovviamente, come per tutto il country ed il buon rock, devo ringraziare il Folletto
LA CANZONE CHE TI FA PENSARE AL SESSO?
You shook me all night long – AC/DC. Tra l’altro avete ascoltato la versione country fatta da Big and Rich? Davvero carina
LA CANZONE CHE TI FA PENSARE ALLA SOLITUDINE?
Più che alla solitudine mi fa pensare a sconfinati e insondabili spazi aperti. Trattasi di Muoio per te, pezzo in italiano di Sting. Ha un testo stupendo e devo nuovamente calarmi il cappello di fronte al Folletto
LA CANZONE PIU’ TRISTE?
Avrei voluto dire Nothing else matter – Metallica, ma pensandoci meglio mi sovviene Wind of change –Scorpions.
LA CANZONE PER QUANDO SEI INCAZZATO?
Ovviamente serve un pezzo che mi riporti ad uno stato non incazzoso, di buon umore. Scelgo la grinta degli Edguy, magari nel pezzo King of fools
LA CANZONE CON IL MIGLIOR INIZIO?
Scelta durissima, però vado matto per il giro introduttivo di Run to the hill – Iron Maiden
LA CANZONE CON IL MIGLIOR FINALE?
Non so proprio cosa rispondere. Solitamente non faccio caso al finale.
LA CANZONE DA ASCOLTARE CON GLI AMICI?
Conoscendo gli amici punterei sugli 883.
LA CANZONE DA CANTARE SOTTO LA DOCCIA?
Non c’è una canzone precisa: di solito metto in random la playlist e canticchio ciò che passa lo stereo.
LA CANZONE CHE TI FA VENIRE VOGLIA DI BALLARE?
Everybody need somebody to love dei mtici Blues Brothers
LA CANZONE CON IL TESTO PIU’ ORIGINALE?
Ma che domanda è?! In spregio alla domanda stessa dico Gunther – Ding Dong Song
LA CANZONE CHE E’ UN’OTTIMA COVER?
The saga begins di quel pazzo di Weird Al Yankovic, cover di American Pie di Madonna
SU CUI FARE L’AMORE?
Abbiamo provato vari sottofondi, dal jazz ai lenti di Madonna, ma nessuno è rimasto nei nostri ricordi. Penso ancora sia meglio non avere sottofondo musicale. Il prossimo tentativo lo farò con il disco Housexy – The sound of Playboy, una compilation di musica dance non male, dal ritmo sufficientemente costante e non fastidioso
LA CANZONE PIU’ NOSTALGICA?
Always del grandissimo John Bon Jovi. Testo mielenso da ballata struggente per un amore perduto e musica avvolgente. Ahhh l’amour!
LA CANZONE DA SAPERE A MEMORIA?
Una a caso degli 883, magari La regola dell’amico
LA CANZONE SU UN VERO AMORE?
Not romeo, not Juliet – Brian Adams
Advertisements

Ah dottò

Prima di crollare in un sonno profondo e ristoratore per le prossime 8/10 ore, devo rimediare ad un ritardo e fare le mie congratulazioni all’Ale per la sua fresca laurea. Un altro collega si è aggiunto alla grande famiglia degli ingegneri. E primo atto ufficiale da Dott. Magistrale è stato organizzare, in concomitanza con il compleanno del PierP a cui facciamo gli auguri, una cena nel bel localino: Pane Vino e San Daniele.

E ora va’ a lavuré barbun!

Quizzone estivo – pt. 1

Dopo aver letto le risposte di The River e del Folletto ho deciso di cimentarmi in questa impresa. Siccome questa serie di domande sulla musica è piuttosto lunga la dividerò in due parti. Buon ascolto…lettura. (seguite i link del metatesto)

IL PRIMO DISCO ACQUISTATO?
La cassettina di Jovanotti con “Sei come la mia moto
L’ULTIMO ASCOLTATO?
Ma si parla di disco nuovo? Allora Tishamingo – The point
LA TUA COPERTINA PREFERITA?
Non ci faccio quasi mai caso. Così a freddo mi viene in mente Have a nice day di Bon Jovi
IL PEGGIOR CANTANTE DI TUTTI I TEMPI?
Non sapendo chi scegliere in assoluto butto lì chi proprio non sopporto, musicalmente e personalmente: Vasco Rossi
IL PEGGIOR GRUPPO DI TUTTI I TEMPI?
Butto nel calderone la quasi totalità dei gruppi death metal
IL MIGLIOR CANTANTE DI SEMPRE?
Bryan Adams. E’ l’unico a cui ho concesso la mia presenza ad un concerto.
LA MIGLIOR CANTANTE DI SEMPRE?
Sarah Connor sicuramente. Qui mi esce l’animo pop
MIGLIOR GRUPPO DI SEMPRE?
Gotthard? Sarei anche tentato dai Creedence Clearwater Revival ma ho ascoltato soltanto il best
LA CANZONE CHE VORRESTI FOSSE STATA SCRITTA PER TE?
It’s my life – Bon Jovi. Non è comunque una domanda facile.
LA CANZONE CHE TI FA VENIRE IN MENTE L’INFANZIA?
Una sigla a caso dei cartoni animati
LA CANZONE CHE RIASSUME LA TUA ADOLESCENZA?
Ricordo poche canzoni di quell’epoca. Citerei volentieri What is love di Haddaway o in alternativa, perché trovai per caso la cassetta dentro al primo stereo che comprai, Two princes degli Spin Doctors
LA CANZONE CON CUI VORRESTI ADDORMENTARTI?
One more times – Daft Punk. In generale tutto quell’album, Interstella 5555, è magnifico per conciliare il sonno, meglio se sdraiati in spiaggia sotto al sole
LA CANZONE CHE VORRESTI PER UN TRAMONTO?
America – A horse with no name. Parole e musica per il vero cowboy del deserto
LA CANZONE PIU’ BRUTTA DI TUTTI I TEMPI?
Mi sovvengono orribili canzoni di Tricarico e Povia.
LA CANZONE CHE NON VORRESTI SENTIRE MAI PIU?
Proprio non sopportoImagine di John Lennon
LA CANZONE CHE TI TRASMETTE OTTIMISMO?
Live those songs again – Kenny Chesney, ovviamente nella versione live
LA CANZONE CHE VORRESTI AL TUO MATRIMONIO?
Non c’entra nulla come testo, ma per aprire le danze opterei per Rainbow Blues – Blackmore’s Night
LA CANZONE CHE VORRESTI AL TUO FUNERALE?
LA CANZONE CHE DESCRIVE UN MOMENTO DELLA TUA VITA?
Everithing I do (I do it for you) di Brian Adams. La canzone che ha fatto da sottofondo al fidanzamento con Paola
LA CANZONE CHE PIU’ TI PIACE NELLA COLLEZIONE DEI TUOI GENITORI?
Penso nessuna, anche perché non so cosa ascoltino
LA CANZONE CHE PIACE AI TUOI GENITORI NELLA TUA COLLEZIONE?
Penso nessuna, perché pensano ascolti soltanto country o metal
LA CANZONE CHE TI FA VENIRE IN MENTE LA TUA PRIMA COTTA?
All’epoca non ascoltavo musica
LA CANZONE CHE TI FA VENIRE IN MENTE UN TUO EX?
E se non si hanno ex?

.

Ho latitato parecchio nell’ultima settimana come post sul blog, ma noto che non sono l’unico.
Facciamo il punto della situazione:

  • tra una settimana arrivano le agognate vacanze; ogni giorno è sempre più una sfida alla stanchezza, con l’aggravante di sapere che a metà settembre probabilmente cambierò azienda. Non vedo l’ora di spaparanzarmi al sole e di avere finalmente il giusto spazio per la vita di coppia.
  • ho in sospeso un post sul concetto di umanità ma devo trovare il momento giusto per imbastire il discorso.
  • sto ragionando sul tema dell’Amore per rispondere a Sidney. Mi ha posto un quesito interessante  di non facile soluzione, una sfida alla mia teoria. Se esiste un unico Vero Amore cosa pensare nel caso si provi lo stesso sentimento per due persone differenti? Nella mia mente l’unicità esclude necessariamente una gradazione del sentimento, così consegue che una delle due affezioni sia errata. Però come distinguere la sensazione non fallace? Per ora non ho risposta; devo arrivare al cuore del problema e poi parlarne con Paola, che stimola sempre il mio cervello da filosofo.

Censura

Semplicemente esterefatto. Leggetevi questo articolo. E come mai non hanno parlato di ciò la TG? Vietare film ai minori di 10 anni? Inutile burocrazia, foriera di polemiche dato che la Tv segue regole differenti e non si può controllare chi sta guardando.

Noi siamo cresciuti a pane e Ken Shiro, con i film di Nightmare, tra film del terrore di serie B e programmi pseudo-erotici altrettanto scadenti. Chissà com’è che invece i bambini d’oggi devono essere protetti così tanto: mi viene da pensare che siano più stupidi, oppure lo diventano con tutte queste premure inutili.

E poi la nuova catalogazione vale solo per le nuove uscite: i film vecchi sono forse, prendendo per buono il ragionamento, meno pericolosi o violenti?

Io dico di non porre limiti: sesso, sangue e rock and roll!

Sommi capi

In serata dovrei finalmente riuscire a parlare con il DG delle prospettive lavorative future. Poi dovrò forzatamente decidere cosa fare: restare o cambiare. Purtroppo ci sono troppi parametri da tenere in conto, troppe variabili, pro e contro che si fronteggiano senza sosta. Penso di sapere quello che non vorrei veder avverato nel medio termine, ma dubito di sapere con esattezza cosa invece vorrei. Ora stavo pensando che qui la filosofia aziendale non è quella che ho in testa io: è un motivo valido per cambiare o non è meglio impegnarsi per cercare di modificare questa mentalità?

I gradi dell’amore

Ebbene, per coloro che ricordassero qualcosa di filosofia questo titolo dovrebbe far ricordare una parte della disciplina platonica. Vorrei infatti approfondire alcuni concetti del post dell’altro giorno, Assoluti, anche a seguito di un lungo scambio di vedute con Paola nel quale sono emerse nuove idee.

Io ho parlato dell’Amore come qualcosa di assoluto, un unicum che non può essere sperimentato più volte a meno di creare illogicità o strani escamotage stilistici. Brevemente ho detto che non è plausibile dire "ti amo" a due persone differenti: ad una delle due si sta evidentemente mentendo. Si potrebbe uscire dal ragionamento presupponendo che ogni persona venga amata in maniera differente; si avrebbero allora due Amori diversi, imparagonabili ed assoluti in sé. Tuttavia vi sarebbe la coesistenza di più Amori, il che fa cadere il principio di unicità.

Ora Paola mi fa notare come io fossi innamorato ai tempi del liceo di una compagna e poi mi innamorai di lei. Io non nego di aver provato un sincero sentimento per la compagna ma sottolineo che si sta parlando di innamoramento che è una fase precedente e diversa dall’Amore. Ci si può benissimo innamorare mille volte in una vita, senza inficiare la validità dell’unico Amore. Ed ecco dunque la mia nuova idea, scaturita durante la diatriba:

L’innamoramento non è contenuto nell’Amore come un elemento dentro un insieme, perché se l’insieme è statico, i suoi elementi sono statici anch’essi condividendo le proprietà dell’insieme. Amore ed innamoramento seguono le regole dettate dalla teoria aristotelica: l’Amore è atto, l’innamoramento potenza. L’atto è per sua natura compiuto, finito, immutabile. La potenza viceversa è mutevole, è un percorso che porta all’atto. Se volgiamo dirla con termini più scientifici, l’Amore è una funzione di stato, un punto fisso in un piano cartesiano la cui posizione non dipende dal percorso fatto per raggiungerlo, percorsi rappresentati dai molteplici innamoramenti.
(Resta escluso il grado del solo amore fisico, ma questo come atto a sé stante slegato dal sentimento non ha diritti per entrare in una trattazione sì seria, in quanto espressione di un istinto animale.)

Così si completa il quadro su questo importantissimo aspetto della vita. Se poi la mia teoria filosofica sia o meno applicabile nella pratica è un altro paio di maniche. Dopotutto la filosofia è speculazione teorica. Io personalmente cerco di seguirmi al meglio, conscio che la mia teoria è figlia di certi timori, ben illustrati da Lorenzo, e del concetto di "amare l’idea che si ha di una persona" e che a vivere di assoluti prima o poi si sbatte la testa, senza preavviso, contro un muro molto solido.

Humor



Dubbioso

Poche altre volte mi sono trovato così immerso nel dubbio, nel non sapere quale strada scegliere. E ancora una volta è colpa di un colloquio di lavoro. Ne avevo accennato un paio di post orsono: seria ditta biellese cerca ingegnere per comparto meccanico. Sentivo che sarebbe stato un bel colloquio, perchè telefonicamente mi avevano fatto una bella impressione e perchè conoscevo la bontà dell’azienda. In effetti è filata via liscia tra i vari uffici e comparti aziendali un’ora e mezza di chiaccherata, in cui mi hanno spiegato e mostrato in cosa potrebbe consistere il lavoro, se dovessi accettare.

La quantità di informazioni che mi hanno dato mi ha lasciato sconcertato, anche perchè su moltissime di queste non ho che vaghe conoscenze teoriche. E’ totalmente un mondo nuovo: si passa da uno stile di progettazione statico ad uno dinamico, dalla lenta evoluzione delle scaffalature alla continua ricerca di soluzioni innovative e migliori delle precedenti. Può bastare una mera lista dei pro e dei contro per scegliere? Devo decidere cosa ne sarà della mia carriera professionale.

Alla Sacma ho capito che devo necessariamente ritagliarmi un ruolo complementare ma differente da quello dell’altro ingegnere; non serve un doppione e sarei comunque inferiore come conoscenze acquisite. Questa idea però potrebbe cozzare contro la poca propensione all’investimento che c’è in azienda, data la portata delle mie idee. Di qua invece non si fa altro che ricerca, studi su studi per migliorare e restare competitivi. Serve qualcuno che abbia voglia di fare, con un briciolo di creattività e che sappia essere autonomo. Gli sbocchi delle due strade sono completamente differenti.

Devo riflettere attentamente, farmi il solito ennesimo esamino di coscienza. Non vorrei farne una questione economica, anche se pensando al futuro sarebbe importante poter avere una certa solidità.

Rumbaaaa!

OYE MUCHACHO VAMOS A METERLE UN CANTO SABROSO, SI TU LO GOZA YO TAMBIEN LO GOZO. Ohi amigos, che ritmo latino che passano questa notte le casse al club.

Por favor yo te chiero porchè yo sto sufrendo. Tutta colpa di quel latinomane del PPP; però mette di buon umore.  pide lo que quieras, niña, pide por tu boca, pide, pídeme la propia vida, pero nunca que te olvide. Certo si sarebbe potuti andare al Marinella ad ascoltare la stessa musica e veder dimenare le giovani donzelle.

QUE NOCHES, QUE NOCHES TAN BONITASOggi ho da fare i complimenti a Marta che si è laureata. 110/110!! Che lusso. Un brindisi alla Dottoressa in lingue (e non è il titolo di un film con Lino Banfi). Speriamo che anche a lei arrivino tante offerte di lavoro quante ne sono arrivate a me. Olè!!